L’Italia ringrazia Amanda: non ci sarà negata l’estradizione

di Osvaldo Ambrosini.

Sulla recente assoluzione definitiva di Raffaele Sollecito e Amanda Knox, nel discusso caso dell’omicidio di Meredith Kercher, è stato detto praticamente tutto. Ma come spesso accade in questi casi così controversi, l’opinione pubblica si divide fra innocentisti e colpevolisti. Personalmente un’idea me l’ero fatta sulla questione, ma avendo posto la parola fine il massimo grado di giudizio previsto dal nostro ordinamento, credo sia del tutto inutile costruire nuove tesi o gridare al “gombloddo” della magistratura.

amanda raffaele rudyQuindi l’unico condannato, Rudy Guede, resta anche l’unico ad aver commesso il fatto. Oggi stona un po’ la motivazione della sua condanna a 16 anni per concorso in omicidio, viene da chiedersi in concorso con chi? Ma lasciando quelle che ormai sono solo chiacchiere da bar, mi soffermerei su quanto di buono la sentenza ci consegna, cioè l’unico elemento positivo di tutta questa vicenda.

All’Italia è stata risparmiata un’altra, molto probabile, brutta figura in campo internazionale. Perché quanti di noi erano sicuri che, in caso di condanna, l’americana Amanda Konx sarebbe stata estradata per scontare la pena nel nostro paese? Credo in pochi, i più ottimisti probabilmente. Semmai questa poteva essere la speranza dei familiari della vittima. Precedenti deludenti per la nostra diplomazia con gli USA purtroppo ce ne sono, su tutti mi viene in mente ad esempio il nome di Silvia Baraldini o il caso del Cermis.

Nonostante i trattati con gli Stati Uniti prevedano l’estradizione bilaterale di cittadini colpevoli di reati, numerose sono le eccezioni che la costituzione americana e gli stessi trattati nascondono. Tra cui ad esempio gli Stati Uniti non considerano regolare una condanna avvenuta in contumacia perché verrebbero a mancare alcune garanzie fondamentali che qualificano – a loro avviso – un “giusto processo”. Oppure il caso in cui non è possibile eseguire l’ordine di estradizione se riguarda una persona già condannata, graziata o assolta per lo stesso reato per il quale viene nuovamente condannata. Insomma Amanda non l’avrebbe riportata in Italia neppure la Mogherini, un po’ come i Marò.

Amanda KnoxOggi invece che le cose sono andate bene per i due imputati, prevedo un viaggio in Italia dell’americana, magari non subito. Un soggiorno nel nostro paese a base di interviste e presenze nei talk show. Insomma popolarità e ottimi compensi per una coppia di ex fidanzati che oltre a chiedere il risarcimento per la galera ingiusta e già scontata (che pagheremo tutti noi), ci verranno imposti come il Sacco e Vanzetti dei nostri tempi.

Resta soltanto un unico insegnamento da tutta questa vicenda, squisitamente italico. Non è importante rispettare le legge non delinquere, non uccidere o non rubare, l’importante è non farsi beccare.

 

 

Annunci

2 thoughts on “L’Italia ringrazia Amanda: non ci sarà negata l’estradizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...