Media savonesi, tra poteri forti e cittadini

di Billy The Kid.

Chi non apprezza il giornalismo di stampo inglese, super partes e indipendente? La risposta è semplice. I media savonesi. Da tempo, infatti, assistiamo a una disfida di Barletta tra quelli che sono “a favore” di ogni insediamento industriale, senza se e senza ma, e coloro che sono “contro” ogni attività che possa essere considerata impattante. newspaperOgnuno ha i propri supporter: i primi mettono al centro il lavoro – spesso presunto e presumibile -, i secondi ambiente e salute. I tifosi dell’una e dell’altra sponda dibattono, spesso con virulenza, sui social network, citando come fonti di prova assoluta articoli e dati riportati su siti e carta stampata.

L’ultima vicenda, in ordine di tempo, a cui abbiamo assistito, rigurda quello che è, senza ombra di dubbio, il più letto quotidiano online della provincia. Su queste pagine virtuali è infatti comparso un articolo nel quale si parla di un “sondaggio” effettuato tra i frequentatori del mercato settimanale, sulla questione dei depositi di bitume che, a breve, dovrebbero sorgere in porto.

IMG_6872Premesso che, non essendo svolto seguendo un campione statistico scientificamente valido, già di per sé sarebbe ampiamente opinabile il concetto di “sondaggio” (come peraltro detto anche nel corpo dell’articolo, ma il concetto che viene fatto passar tra le righe è comunque quello), qui pare di essere tornati ai tempi di Emilio Fede e della “casalinga di Voghera”. Il tutto appare ad uso e consumo degli addetti ai lavori, i veri esperti della situazione, e a discapito della gente comune, considerata volitiva e poco affidabile, pronta a seguire chi urla più forte.

cloud-ingleseQuello che appare da articolo e video collegato è infatti un savonese un po’ sempliciotto e poco informato. Forse il luogo non era il più appropriato, per simili interviste, o forse i nostri concittadini sono realmente così. Fino a prova contraria – ovvero fino a che non si “intercettino” altre fasce di popolazione, magari con un campione affidabile – non lo potremo sapere.

Insomma, forse un occhio poco benevolo potrebbe pensare a un invito a “lasciar lavorare” chi se ne intende, che gli esperti potranno solo fare il bene della città, portando benessere e lavoro. Le scelte degli ultimi anni, fatte passare sulla testa dei cittadini, non indicano certamente che la via sia questa. Resta solo un dato di fatto: chi si schiera a favore di ogni insediamento può sperare nel supporto di aziende e gruppi industriali, mentre chi è contro può solo sperare nel supporto della cittadinanza.

Annunci

One thought on “Media savonesi, tra poteri forti e cittadini

  1. Personalmente non ho fatto quel sondaggio perché “se mi schiero a favore dell’insediamento posso sperare nel supporto delle aziende”. Non sono l’imprenditore, ma un giornalista… al limite sarà stato contento il mio editore, ma non lo so e non è questo il punto. Ho fatto quel sondaggio perché ho riscontrato tante persone, tra i miei conoscenti, che non conoscevano l’argomento.

    E così ho fatto un test… senza nessuna pretesa di “autorevolezza” tra le righe, anzi ho scritto a chiare lettere “forse abbiamo sbagliato campione, e la gente al mercato non è rappresentativa”. Più chiaro di così. E, tra parentesi, io sono contro a quell’insediamento, quindi mi do pure la zappa sui piedi.

    In ogni caso, la riprova si è avuta oggi, quando ho dato voce alla replica di Savona Porto Elettrico, spiegando perché secondo loro (e voi) questo sondaggio era sbagliato, e dando spazio ai danni che il bitume farebbe a questa città. Guardate i commenti ai due articoli, quello di ieri e quello di oggi. Sono pochi, e (andate a leggerli!) spesso dimostrano assoluta non conoscenza della questione.

    Purtroppo il savonese medio è perlomeno poco informato sulla cosa (come su molte altre…): è inutile scandalizzarsi dicendo che li accuso di andare “da chi grida più forte”… perché è esattamente così: ricordate i forconi???? (io ero il giornalista davanti alla Ubik nell’episodio del “bruciare i libri”). Per questo ho fatto il sondaggio, e per questo oggi ho dato spazio a chi me lo smontava: perché non mi piace “gridare”, mi piace dare i vari punti di vista e ognuno si fa la sua opinione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...