Ciao Diesel: cane, poliziotto, eroe.

di Matteo Lai.

Chiunque svolga un lavoro che comporta un certo rischio professionale ed operativo (mestieri che generalmente, ma non solo, si distinguono per l’uso di una divisa, vuoi come dispositivo di protezione, vuoi come sistema per distinguere chi la indossa), sa bene la necessità di avere al proprio fianco colleghi con la “c” maiuscola, che sappiano supportare, aiutare e, quando necessario, correggere.IMG_1276Sa anche quanto sia difficile trovare questa tipologia di persone. Troppo spesso si ha a che fare con veri “colleghi-cani”. Oggi, però, più di un poliziotto francese deve la propria vita a un cane collega.

Penso che ognuno di noi si sia commosso per la morte di Diesel, il cane poliziotto ucciso dai terroristi durante un blitz. Dopo lo shock degli attacchi a Parigi, i più insensibili potrebbero pronunciare la fatidica è banale frase: “Ma era solo un cane…”.

Ecco. Il punto è proprio questo: “solo un cane” che però si è sacrificato per difendere i componenti di quello che lui considerava il proprio gruppo, il proprio “branco”, dei poliziotti come lui. Dicono le cronache che così ne ha salvati almeno dieci, e che prima di morire è tornato al fianco del suo compagno.

Spero che ancora più dopo oggi ognuno di noi, qualunque sia il suo lavoro, sappia essere un po’ più simile al nostro Diesel, supportando ed incoraggiando i propri colleghi, sapendo diventare punto di riferimento e non inutile zavorra.

IMG_1151

Annunci

One thought on “Ciao Diesel: cane, poliziotto, eroe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...