Omicidio stradale, il “benaltrismo” di Manconi

di Matteo Lai.

Luigi Manconi, attualmente senatore Pd dopo diversi trascorsi in altri partiti e movimenti, ci è ricascato. Dopo lo sgangherato intervento sul Tso conclusosi tragicamente a Torino, dove – anziché puntare il dito su una pratica sanitaria demandata a operatori di polizia – si è cimentato nel mai dimenticato sport del “dagli allo sbirro”.

incidente poliziaIl nuovo reato di omicidio stradale ha nuovamente scatenato le ire del senatore, che ha definito quanto introdotto dalla nuova norma un “apparato sanzionatorio abnorme”, assolutamente sproporzionato in considerazione del numero di vittime che ogni anno cagionano gli incidenti stradali. Il provvedimento quindi – secondo il buon Manconi – non sarebbe urgente, ben altri sarebbero i problemi del Paese.

Stranamente il “benaltrismo” di Manconi è la stessa linea di condotta assunta dai parlamentari di destra che avversavano il disegno di legge sulle unioni civili, della democratica Cirinnà. Anche in questo caso il provvedimento non regolava un’emergenza sociale o di altro tipo, ma “semplicemente” introduceva un necessario principio di civiltà, finora assente nel nostro ordinamento. Proprio come l’omicidio stradale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...