M5S savonese: la dura legge dell’autogol

di Osvaldo Ambrosini.

Che in clima elettorale valga tutto, o quasi, è risaputo. Una regola non scritta che da sempre è messa in pratica da tutte le forze politiche dal lontano 1946, quando si fu chiamati a scegliere tra monarchia o repubblica. Esistono però limiti che per pudore o decenza non andrebbero oltrepassati, onde evitare di sconfinare in pretestuose o faziose polemiche. Purtroppo le liti per futili motivi caratterizzano, nella maggior parte dei casi, il confronto politico, privandolo molto spesso dei contenuti che al contrario dovrebbero rappresentarne l’essenza.

dura legge del golIl partito democratico savonese in questi giorni sembrava fosse riuscito a dare prova del peggio di se, letteralmente spaccato in due fazioni: da una parte i sostenitori della Battaglia dall’altra quelli di Di Tullio.

Dal M5S invece, mentre tutti i savonesi attendono da un giorno all’altro l’annuncio del candidato sindaco che dovrà avere la forza di contendere al PD la guida della città, arriva quello che non ti aspetti.

L’informativa depositata presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Savona per la ipotizzata violazione della privacy ai danni dei tesserati alla società sportiva Rari Nates Savona, ha del paradossale. Per attaccare la Battaglia e il sodale Martino, presunti colpevoli di aver utilizzato i contatti telefonici dei tesserati della Rari – ottenuti, così si sostiene, grazie al ruolo ricoperto nella società sportiva dalla moglie di un noto esponente Dem – per organizzare una cena-spot elettorale, non fa che evidenziare la povertà dei contenuti del movimento savonese.

PrivacyAttaccarsi alla violazione della privacy per l’organizzazione della “pizzata elettorale” pro Battaglia, sebbene meritasse una decisa condanna politica, è la cifra della debolezza politica del M5S savonese. Il tentativo di contrastare un avversario a colpi di eccessivo giustizialismo per questioni di scarso rilievo, che verranno facilmente archiviate dalla magistratura, mette in luce quanto sia ancora lunga la strada da percorrere.

Dopo essere stati superati per competenza e qualità dalla lista “Noi per Savona” nell’attuale minoranza del consiglio comunale, sarebbe auspicabile che da qui a maggio i grillini savonesi si confrontassero sui contenuti. Tuttavia, se non fosse che in città giri voce che sia il centrodestra che il M5S non corrano per vincere, non si comprenderebbe il motivo di questo autogol.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...