Savona: ultimo Lupi al Santuario

di Osvaldo Ambrosini.

Il 18 marzo è il santo patrono di Savona, Nostra Signora della Misericordia. Come consuetudine la processione, che dal Duomo arriva fino al Santuario, celebra la giornata con una messa tenuta dalla massima autorità ecclesiastica della città: il Vescovo Lupi in persona.

IMG_2286Lungo il tragitto, molto noto ai savonesi, si trovano le famose 9 Cappellette che rievocano le apparizioni della Madonna al beato Botta. La più nota avvenne invece proprio nell’abitazione del contadino a pochi metri dal Santuario, in cui la Vergine pronunciò la famosa frase: “Misericordia non giustizia”.

Il percorso coperto a piedi, lungo circa 7 chilometri, si conclude sulla piazza davanti al Santuario. Per l’occasione, oltre alla consueta partecipazione dei cittadini, grazie alle imminenti amministrative comunali, non è mancata la presenza di alcuni candidati non tutti esattamente dei veri praticanti, qualcuno forse addirittura allergico a questo genere di frequentazioni. Ma la politica ha anche questo potere: trasformare le preghiere in voti.

IMG_2291Ma quest’anno c’è stata una novità ben più importante, sebbene per i più distratti non sia apparsa così evidente. Non la presenza del Cardinale Bagnasco (aggregatosi alla comitiva solo nell’ultimo tratto), bensì il “nostro” Vescovo Lupi ha guidato i savonesi fino in cima alla collina per l’ultima volta, raggiunti infatti i 75 anni di età verrà messo a riposo, salvo promozioni porporate.

Dopo quasi 10 lunghi anni, il Vescovo savonese più criticato del dopoguerra, lascerà. Vale la pena allora per questa circostanza così importante salutarlo senza rimpianti, ricordando che mai come sotto la sua reggenza le cronache si siano occupate della curia savonese per motivi non prettamente religiosi.

IMG_2305Tuttavia i numerosi episodi di pedofilia, inqualificabili, sembrano aver scalfito solo marginalmente la tranquillità nelle dimore in piazza Vescovado. Addirittura in alcune circostanze minimizzare i fatti è stato uno stile di difesa francamente inaccettabile. Si pensi ad esempio a come sia poco credibile la tesi del suicidio della dottoressa Bonello.

Nell’anno in cui un film, il caso Spotlight, vince l’Oscar come miglior film trattando il tema della pedofilia nella Chiesa americana, Savona potrà a pieno titolo, anche se solo virtualmente, sollevare quella statuetta, non prima però che il Vescovo abbia definitivamente abbandonato la città.

Immaginiamo allora cosa potrebbe dire la Santa patrona savonese se apparisse al cospetto del Vescovo, forse la stessa frase dei tempi del Beato Botta, magari con le parole invertite: “Giustizia non misericordia”.

Tuttavia la Santa di tutti gl’altri giorni savonesi è, con buone probabilità, la stessa di molti altri luoghi, quella cantata da Guccini: Nostra Signora dell’Ipocrisia.

 IMG_7448 IMG_7449 IMG_7452 IMG_7450 IMG_7451 IMG_7453 IMG_7455 IMG_7454

Annunci

2 thoughts on “Savona: ultimo Lupi al Santuario

  1. Pingback: Gli #hashtag del 2016 savonese | campionari di parole e umori

  2. Pingback: Vescovo di Savona… per sempre  | campionari di parole e umori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...