L’Inter è rossonera? La Juve granata? Il Vado è blucerchiato.

di Osvaldo Ambrosini.

Nel calcio contano soprattutto i soldi, un’affermazione che insieme alla scoperta dell’acqua calda si gioca, con buone probabilità, il premio tra le migliori rivelazioni di sempre. La distanza tra una società e l’altra è determinata proprio dalla differente disponibilità economica da investire nel calcio mercato. 

imageI giocatori sono solo merce e cambiano squadre in base al loro valore, sono ormai pochi quelli che possono fregiarsi di aver rappresentato una squadra per tanto tempo, quasi come una bandiera. Se questa è da sempre una regola del calcio, la modernità l’ha addirittura portata all’eccesso. Tuttavia alcune rare eccezioni resistono: Del Piero alla Juve, Maldini al Milan o Zanetti all’Inter, tanto per fare alcuni esempi famosi. L’ultima vera bandiera ancora in attività si chiama Francesco Totti che più degli altri ha anche la specificità di essere autoctono, romano e romanista. In ogni caso bandiere costate sempre moltissimo.

Tuttavia anche i grandi club italiani da un po’ di tempo assaporano il gusto amaro delle cessioni di top player, o presunti tali, a causa di un gap economico che il nostro campionato sconta nei confronti di altri più ricchi. Una sensazione che tifosi di squadre medio piccole conoscono perfettamente. In questi casi infatti non avendo di meglio su cui fare affidamento, ci si aggrappa a simulacri come la fede, i colori sociali o la maglia che, in quanto tali, non possono essere ceduti, venduti o prestati, pena la perdita della propria identità.

IMG_1168Eppure esiste una squadra ligure, della provincia di Savona, che ha passato anche questo confine, considerato anche dal buon senso invalicabile. Evidentemente aver da qualche tempo ufficializzato, anche sulle pareti del proprio stadio, la collaborazione del settore giovanile con la Sampdoria non è stato sufficiente.

Il Vado FC, dai colori e dalla maglia identici a quelli del Genoa, a cui i fondatori più di cento anni fa si ispirarono, indossa oggi i colori blucerchiati. Fortunatamente a farlo sono, per ora, solo alcune squadre del settore giovanile, ma si sa: il primo gradino si scende sugli altri si può rotolare. Non sappiamo quale sia il prezzo o la contropartita di questa operazione, certamente se non alla vendita definitiva, siamo di fronte ad un prestito oneroso della propria anima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...