Silvio ci manchi 

di Matteo Lai.

L’ottantesimo genetliaco di Silvio Berlusconi ha oscurato il compleanno di Pierluigi Bersani: entrambi, infatti, sono nati il 29 settembre. Giustamente, si dirà. I due, pelata a parte, sono quando di più diverso possano essere. L’uno gigione e protagonista (in bene e male) di ogni evento, l’altro arrancante nelle sue comparsate televisive e satellite della vera stella della sinistra, D’Alema. Il primo liberale e liberista a parole, ma mai con i fatti, il secondo nato nell’ortodossia comunista ma unico e vero realizzatore delle (poche) liberalizzazioni che l’Italia abbia mai visto: celebre la rivolta dei tassisti, cavalcata magistralmente dalla destra italiana, quella che – appunto – si diceva liberale. Che cosa hanno in comune? L’erede. Per entrambi si chiama Matteo Renzi.

berlusconi-bersaniGià perché il buon Renzi, se da un lato ha occupato la casa che Bersani e compagnia avevano costruito, dall’altro è il continuatore della politica berlusconiana con altri mezzi. Dal “jobs act” al Ponte sullo Stretto, passando per la riforma costituzionale e la legge elettorale (una legge che tanto ricorda quella Acerbo, che ci donò il Ventennio mussoliniano), stiamo assistendo alla realizzazione di ‘riforme’ che, se le avesse realizzate il Silvio nazionale, avrebbero visto scendere in piazza l’intero Paese.

Il Matteo fiorentino è così riuscito in ciò che Berlusconi non avrebbe mai osato sperare: non solo la marginalizzazione politica della sinistra, ma la sua scomparsa dal panorama politico del Paese. berlusconi-renzi-bersaniAssistiamo infatti oggi alla triste farsa di ex-Pci che fino a ieri difendevano a spada tratta l’articolo 18 ed oggi dicono che ormai era solo “un retaggio ideologico”, assertori della “Costituzione più bella del mondo” che invece ne proclamano il necessario superamento, dalemiani di ferro che oggi si scoprono ultrà renzisti.

Al momento non sono note “cene eleganti” con relativo trombamento di starlette e veline (o aspiranti tali), ma se ad oggi l’allievo ha superato il maestro in tutti gli altri campi, siamo curiosi di sapere di quali turpitudini sarà capace l’ex concorrente della Ruota della fortuna.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...