L’arte d’abbandonar la barca che affonda

di Matteo Lai.
Leggenda metropolitana o meno, pare che gli animali abbiano la capacità di captare situazioni di pericolo prima ancora che le stesse si verifichino. I cani sentono i temporali che si avvicinano quando sono ancora a centinaia di chilometri, i gatti recepiscono i terremoti qualche istante prima, mentre altri animaletti meno gradevoli e simpatici capirebbero quando la nave su cui sono imbarcati sta per affondare.

img_5932Al di là della facile allegoria, a cui sicuramente chi scrive non vuole rifarsi, i  deputati ed i senatori del Pd che, con un triplo salto mortale carpiato all’indietro si sono trasformati da bersaniani in renziani ed ora in antirenziani (o non renziani, o a-renziani), appaiono più che altro raggiungere la capacità di sopravvivenza proprio di queste ultime creature.
Tra i casi più clamorosi di conversione ed abbandono del renzismo, possiamo vantare – nelle nostre terre – l’onorevole Anna Giacobbe. Eletta in parlamento con il Pd di Bersani dopo una lunga militanza nella fila della Cgil, riscopertasi fan del Matteo di Rignano, che oggi – sulle colonne de Il Secolo XIX – invece chiosa: “Sono contraria a tutti gli estremismi, renziani e non, ma il renzismo è finito”. Eppure la nostra parlamentare non appariva estranea al fascino della politica della rottamazione. Si pensi al suo ‘sì’ alla trista legge che è il ‘Jobs act’: un legge che non solo ha istituzionalizzato l’uso dei voucher come metodo per la regolazione dei rapporti economici tra datore di lavoro e dipendente, ma ha compiuto la magia di cancellare l’ambìto, ma noioso, ‘posto fisso’ a favore di un più effervescente eterno precariato. Quanti tra i nostri amici e conoscenti, mentre ci felicitavamo con loro per l’assunzione a tempo indeterminato, dopo anni di contratti a termine, mestamente ci ragguagliavano con un: “Sì, ma è con il jobs act”.
img_5934
Oppure, come dimenticare il suo sostanziale appoggio alla riforma delle autorità portuali, tanto osteggiata dai democratici savonesi, che ha visto finalmente Genova riuscire in ciò che ha tentato per secoli, ovvero mettere in scacco il nostro porto? E ancora: mette male non ricordare il suo recentissimo “sì” al referendum costituzionale, nonostante il suo lungo percorso nel sindacato, da cui – certamente – si era separata, ma a cui la credevamo perlomeno legata ancora ad un’affettuosa amicizia. E invece anche qui: sì, senza se e senza ma.
Oggi, dopo questa lunga marcia che l’ha portata dalla difesa dei lavoratori fino all’appoggio di Renzi e soci, non ci resta che rammaricarci per aver visto sfumare l’occasione per far approdare in parlamento una voce critica. Soprattutto considerando gli evanescenti risultati ottenuti dall’esecutivo di centrosinistra più longevo della storia. I dati,
img_5933diversi da quelli della propaganda, parlano chiaro: accesso alle cure mediche sempre più difficile (censis), aumento dei senzatetto del 21% nell’ultimo anno (Caritas), 4 milioni e mezzo di italiani in condizione di povertà assoluta (sempre fonte Caritas), il 50% dei cittadini residenti in meridione rischia di finire sotto la soglia di povertà (Istat), i giovani sono più poveri dei loro nonni (censis), disoccupazione all’11,6% (media Ue all’8,3%, Germania a 4,1, Regno Unito della Brexit al 4,7), debito pubblico al 132% del PIL.
Forse, chi nell’ormai lontano 2012, ha scelto alle primarie del Pd il nome di Anna Giacobbe per rappresentarlo in parlamento, sperava proprio in una voce che sapesse mettere un freno a una possibile (ed avvenuta) deriva centrista e neoliberista dei democratici. Non è stato così. Peccato.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...