NExT to Caprioglio

di Matteo Lai.

In una giunta dove i più esperti – vedi Arecco e Santi – hanno già capito che si fa più bella figura a far finta di non farne parte, c’è ancora qualcuno che si ostina a metterci la faccia. Stiamo parlando della giovane Barbara Marozzi, assessore alle varie ed eventuali, che ha varato un’iniziativa che sarebbe certamente meritoria, non fosse declinata in una formula che – sicuramente al di là delle ottime intenzioni di chi l’ha ideata -, in una città da sempre affamata di spazi per giovani, sembra una mezza presa in giro.

Sui media savonesi leggiamo infatti di vibranti proteste che si sono levate da parte di molti “giovani universitari savonesi” che reclamavano uno spazio dove poter finalmente studiare al sabato pomeriggio, soprattutto in seguito alla inopinata riduzione degli orari di apertura della biblioteca di Monturbano. Un’esigenza sicuramente esistente ma – probabilmente – non nella top ten delle priorità degli stessi studenti, se non in rari periodi dell’anno.

img_1610Le perplessità, essenzialmente, restano su due aspetti. Il primo, la scelta della ‘location’. L’unico spazio individuato è stato quello dei locali dell’ex Prima Circoscrizione, in via Crispi. Sicuramente un luogo non proprio centralissimo né immediatamente individuabile per chi non conosca la zona. Tuttavia a lasciare con qualche dubbio è soprattutto la decisione di affidare la cura e la gestione dei locali ad un’associazione di cui, a Savona, poco si sa. La scelta dell’amministrazione è infatti ricaduta su NExT Liguria che – si legge nel comunicato ufficiale – “si è resa disponibile a occuparsi dell’apertura e chiusura degli spazi. Gli studenti potranno contribuire ad aiutare l’associazione e ad autogestirsi”. Al di là dei dubbi sintattici che la frase può sollevare, ci si chiede con quale procedura sia stata individuata una associazione che, di fatto, ha in gestione un pezzo di patrimonio immobiliare pubblico.

Siamo certi che non si sia concesso un bene di tutti senza aver messo chiari paletti sul suo utilizzo e, soprattutto, dopo aver valutato anche proposte di altre organizzazioni. Tuttavia nel comunicato non se ne parla. Lasciando con più di un dubbio che la scelta sia avvenuta sulla base della ‘vicinanza’ politica o almeno ideale, stando almeno a quanto si vede dalla pagina Facebook di NExT Liguria, dove sono presenti in gran numero – e quasi esclusivamente – notizie riguardanti l’amministrazione Caprioglio o la giunta regionale guidata da Toti.

Per concludere nel comunicato il vicesindaco, con delega al decentramento, ha a sua volta dato il benestare all’utilizzo dello stabile garantendo che non comporterà oneri aggiuntivi per l’amministrazione. L’immobile in questione sarà forse dotato di qualche impianto fotovoltaico segreto per non gravare neppure sulle utenze principali?

img_1607

img_1608

img_1609

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...