Le forze di Polizia sbarcano a Sanremo. Tranne una…

di Osvaldo Ambrosini.

La 67esima edizione del festival della canzone italiana si è conclusa con una bella novità. Probabilmente per la prima volta nessuno, prima dell’inizio della chermes canora, avrebbe pronosticato un Gabbani qualunque sul gradino più alto del podio e soprattutto con una canzone così distsntr dai classici schemi della melodia nazional popolare, tipici del festival dei fiori.
img_1721Tuttavia fuori dalla gara, l’appuntamento annuale che inchioda davanti agli schermi televisivi più di 10 milioni di spettatori a serata ha portato, nel momento tra l’altro in cui il picco di share è massimo (fascia prime time), la presentazione di una rappresentanza di tutti quegli enti o istituzioni che si sono prodigati moltissimo per soccorrere e salvare vite umane travolte, il mese scorso, dall’ennesimo terremoto che ha sconvolto il centro Italia. Soccorsi resi ancor più difficoltosi dalla neve caduta copiosamente. L’hotel di Rigopiano è stato per qualche giorno l’albergo in assoluto il più famoso del mondo, emblema della tragedia.

Carlo Conti ha ospitato e intervistato operatori della Croce Rossa Italiana, dell’Esercito, del Soccorso Alpino, della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e della Guardia di Finanza, tutti eroi sulle montagne abruzzesi. Nella serata successiva, per compensare gli inviti e non incombere in qualche incidente diplomatico, sono stati invitati sul palco anche alcuni appartenenti alla Polizia di Stato, specialisti dell’elisoccorso, e dei Carabinieri, anch’essi impegnati in quei territori.

img_1719All’appello sanremese manca però soltanto una forza di polizia, l’unica che pur svolgendo per mansioni le stesse di tutte le altre forze impegnate, non verrà mai ricompresa nella stramaledetta legge 121/81. Eppure sono numerose le storie che si potrebbero raccontare riguardo la difficile attività svolta dagli operatori della Polizia Locale in servizio presso le zone terremotate, spesso senza avere neppure i più elementari mezzi a disposizione. Così come sono numerosi gli operatori delle Polizie Locali di altri luoghi che si sono volontariamente recati in missione per regalare il proprio contributo sui luoghi di disastro.

Ebbene per tutte queste persone viene assegnata la solita medaglia all’oblio, a cui francamente si è da tempo abituati, di loro si parlerà diffusamente soltanto in occasione di una malattia collettiva – ah, per la precisione si va verso l’assoluzione di tutti i vigili romani del capodanno 2014 – o per qualche timbratura truffaldina. La serie B delle polizie italiane tuttavia continuerà silenziosamente il proprio lavoro, senza bisogno della retorica del festival di Sanremo.

img_1728

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...