Reati d’opinione sotto la Torretta

di Osvaldo Ambrosini.

È curioso come chi l’apologia del fascismo la pratichi quasi quotidianamente, sotto mentite spoglie, minacci gli altri di querele per reati d’opinione per altro su fatti storici risalenti a più di 70 anni fa. Accade anche questo, anzi mi è accaduto anche questo. Dove? Ma ovviamente su Facebook, assurto ormai a ‘sfogatoio’ delle frustrazioni altrui e cassa di risonanza dell’intolleranza indiscriminata. Continua a leggere