Bonus asilo con rincorsa 

di Osvaldo Ambrosini.

Se la Presidenza del Consiglio dei Ministri dovesse preparare uno spot pubblicitario per promuovere il bonus per gli asili nido, potrebbe rappresentare una scena in cui, in una ideale pista d’atletica, intere famiglie con in braccio i figli nati dal 1° gennaio 2016, scattino alla partenza sgomitando con le altre pur di arrivare primi al traguardo. L’attuale governo, che ha molto a cuore il futuro del Paese – i bambini-, ha deciso di dare una mano ai nuclei familiari per affrontare i costi degli asili nido mettendo a disposizione un budget, senza porre limiti di reddito, ben sapendo che non risulterà sufficiente per tutti gli aventi diritto.

In queste condizioni ci si aspetterebbe quantomeno la scelta di introdurre una soglia reddituale oltre alla quale si perda il diritto al bonus, oppure la decisione di iniziare ad erogare i bonus dai redditi più bassi fino all’esaurimento delle risorse. E invece no, l’unico criterio premiante sarà la velocità di presentazione della domanda.

Nella prima giornata sono state oltre 20 mila le domande inviate, per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro, tenendo conto che il budget messo a disposizione si aggira intorno ai 144 milioni di euro, un calcolo approssimativo indica che potranno essere soddisfatte circa 144 mila richieste e che, ad un ritmo di 20 mila domande giornaliere, si esauriranno in poco più di una settimana.

Se dal livello dello stato sociale di un Paese è possibile comprendere numerosi aspetti della qualità della vita dei cittadini e del grado di evoluzione del Paese stesso, diciamo che con quest’ultimo provvedimento l’Italia, in una ideale classifica mondiale, pur essendo ancora distante dai primi posti, ha di certo iniziato a scalare posizioni tra i Paesi più stronzi, o, per dirla più educatamente   ha consolidato l’attitudine ad ambire ai primi posti tra i Paesi più iniqui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...