Savona, l’antico vaso andava portato in salvo

di Osvaldo Ambrosini.

C’è una differenza sostanziale tra il razzismo strisciante che si respirava nel nord Italia negli anni ’80 e ’90, anni in cui la Lega Lombarda e quella Veneta, poi Lega Nord, denigravano e insultavano il meridione e i meridionali del nostro Paese, rispetto al razzismo di questi tempi, che ha invece come principali obiettivi gli extracomunitari in generale, meglio se africani e di colore?  Continua a leggere

La Ghersi su Rete 4, per chi se la fosse persa

di Osvaldo Ambrosini.

Il programma “Terra” di Toni Capuozzo, giornalista con un curriculum di tutto rispetto – ex di lotta continua, passato alla storia per una “lettera d’amore” nei confronti di Berlusconi (figlia probabilmente del sentimento italiano più diffuso quello del tengo famiglia) – dopo la puntata di questa notte (erano le 00.30) potrebbe tranquillamente essere ribattezzato “Terra Terra”, descriverebbe certamente meglio il livello del pseudo giornalismo di inchiesta messo in campo per approfondire il caso della morte di Giuseppina Ghersi, diventato ormai nazionale. Continua a leggere

Ileana Romagnoli: assessore alle varie ed eventuali

di Osvaldo Ambrosini.

Cosa ci facesse Ileana Romagnoli alla viabilità ed al commercio se lo sono chiesti in tanti quando il sindaco Caprioglio, nel luglio dello scorso anno, distribuì le deleghe nominando gli assessori della nuova giunta. Può darsi che il combinato disposto quote rosa – equilibrio tra i rappresentanti di Forza Italia e Lega Nord, abbia imposto la scelta tra un numero piuttosto limitato di candidate, avendo tra l’altro la Lega ancor meno esponenti al femminile di rilievo. Si finí così col puntare tutto sulla Romagnoli e sulla giovane Marozzi. Continua a leggere

L’unico Fiano buono è quello di Avellino

di Osvaldo Ambrosini.

La storia della famiglia di Emanuele Fiano, deputato in quota Pd, è piuttosto drammatica: il padre, Nedo Fiano, ebreo deportato ad Auschwitz fu l’unico superstite di tutta la sua famiglia. Quanto basta per far scorrere nelle vene del figlio Emanuele, a distanza di molti anni, i valori più alti della nostra Repubblica come la democrazia, la libertà di esprimere il proprio pensiero e l’antifascismo. Continua a leggere

Noli: tale e quale show 

di Osvaldo Ambrosini.

Ciò che accade a Noli in questi giorni fa apparire il buon vecchio Scajola un semplice dilettante, sebbene pioniere, del motto “a mia insaputa”. In fondo lui non si era soltanto reso conto che dietro il vantaggioso acquisto di un appartamento romano con vista sul Colosseo c’era un benefattore che contribuì alle spese, e non poco, facendogli effettivamente credere ad una drastica svalutazione del mattone. Continua a leggere

Non sono razzista ma

di Matteo Lai.

Una volta le nostre città e i nostri paesi erano giardini fioriti. Vivevamo tranquilli, con le nostre tradizioni, i nostri usi, i nostri costumi, tramandati nei secoli da chi ci ha preceduto. Poi dapprima lenta, poi sempre più inesorabile, è iniziata l’invasione. Sono arrivati qui con i loro linguaggi incomprensibili, con le loro donne con il capo coperto, con i loro cibi che nulla avevano a spartire con la nostra tradizione, con la loro religiosità esagerata. Continua a leggere

Niccoli, il riappacificatore ad orologeria 

di Matteo Lai.

Il sindaco di Noli, Niccoli, uno che già in tempi passati ha dimostrato di non essere proprio a suo agio con le nuove tecnologie, oggi ci riprova, affidando ai social network la ‘pezza’ da mettere all’affaire-Pollero, il consigliere di maggioranza che ha condotto l’operazione della prossima futura installazione della lapide dedicata a Pinuccia Ghersi. Continua a leggere