Savona: rintocchi, memorie e… celebrazioni mal riuscite

di Osvaldo Ambrosini.

“Una manifestazione fortemente voluta da questa amministrazione”. Si avete capito bene, è iniziato proprio con queste parole il discorso del nostro Sindaco Caprioglio, in occasione della festa organizzata per celebrare i 90 anni dall’inaugurazione del monumento ai caduti più importante della città. Peccato soltanto che se ne fossero completamente dimenticati tre mesi or sono che il 18 settembre 1927, di fronte al Re Vittorio Emanuele III, veniva inaugurato il monumento “Rintocchi e Memorie” dello scultore genovese Luigi Venzano.

Ieri quindi è stato festeggiato soltanto un “non compleanno” come non lo si vedeva dai tempi di Alice nel Paese delle meraviglie. Tra l’altro se è vero che nelle casse del comune non c’è più un ghello da spendere per cerimonie di questo tipo, è pur vero che questi tre mesi di ritardo potevano essere giustificabili soltanto se per la celebrazione si fosse organizzato qualcosa di più inclusivo, coinvolgendo magari le scuole Savonesi.

Si sarebbe potuto indire un concorso tra i ragazzi, compresi quelli del campus, per sviluppare un progetto che servisse a rilanciare l’immagine della città partendo proprio dalla Piazza Mameli. La creazione di un logo del Comune piuttosto che dei disegni realizzati dai più piccoli da trasformare in cartoline digitali o calendari da vendere per beneficienza, addirittura un ‘corto’ da creare, a costo zero, insieme ai ragazzi di Scienze della comunicazione. Invece nulla.

In piazza l’appuntamento era per le 17.00, subito dopo l’inno nazionale, le parole introduttive di uno speaker, prima che la parola passasse alle autorità, hanno ricordato la celebrazione senza pronunciare mai la data per esteso, quel 18 settembre 1927 che avrebbe fatto drizzare le orecchie anche ai più distratti. Soltanto il prefetto Manara, forse non avvisato tempestivamente, ha ricordato almeno un paio di volte la data dell’inaugurazione.

Di tutta la cerimonia due i momenti migliori: la testimonianza del nipote dello scultore genovese che realizzò l’opera e la poesia ‘Rintocchi’ dedicata al monumento recitata dall’autrice in persona Alberta Greco. Infine dopo una breve omelia da parte di un prete – che inizialmente per sua stessa ammissione credeva di dover celebrare una vera e propria messa – si è giunti ai saluti finali scanditi dalla musica della banda Forzano a cui han fatto seguito i consueti 21 rintocchi della campana. Questa volta con una particolarità: non essendo riusciti a calibrare la durata della cerimonia in modo da farla concludere esattamente alle ore 18.00, orario consueto in cui da 90 anni la campana del monumento scandisce i 21 rintocchi, il traffico nella piazza per l’occasione si è fermato alle 17,41.

In compenso la città ha risposto come spesso sa fare, tolti gli invitati – politici, autorità, forze dell’ordine, associazioni e il servizio d’ordine – nella piazza ad assistere all’evento non si contavano più di 100, 150 savonesi di cui una buona parte semplici passanti incuriositi e probabilmente ignari della ricorrenza. Tranquilli: 3 mesi fa non lo sapevano neppure gli organizzatori odierni.

 

Rintocchi di Alberta Greco

Cammino tra i rumori.

Seguo il ritmo della vita.

Al primo rintocco è il silenzio.

È un fermo immagine

e non è più presente.

Gli occhi scrutano nella storia,

mentre nella mente il tempo scorre indietro.

Senti rintocchi di campane

come il battito di cuore di vite interrotte

Torno ad oggi,

giusto il tempo di dire

grazie a fior di labbra.

E riprendo a seguire il ritmo della vita.

Annunci

One thought on “Savona: rintocchi, memorie e… celebrazioni mal riuscite

  1. Pingback: Savona, il ricordo di Moro non sia di parte | campionari di parole e umori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...