…non patiteci

di Osvaldo Ambrosini.

Ognuno di noi, soprattutto nell’età dell’adolescenza, sarà stato preso in giro almeno una volta da un amico o un compagno di scuola, vuoi per un difetto fisico o comportamentale, o addirittura per qualcosa di completamente inventato. Continua a leggere

Annunci

Juric, lasciaci con un bel ricordo

di Osvaldo Ambrosini.

Eccoci di nuovo alla vigilia di un altro derby, qualcuno dice il 96esimo, qualcuno il 114esimo, altri ancora il 68esimo. Dipende da cosa si prende in considerazione: se i derby giocati in gare ufficiali o il totale comprese le amichevoli, o ancora se solo quelli giocati in serie A. Continua a leggere

Savona: quando la rivalità sconfina nell’autolesionismo

di Osvaldo Ambrosini.

Quando la Roma gioca in trasferta la curva sud, cuore del tifo giallorosso, è occupata dai tifosi laziali, stesso discorso, a curve invertite, dicasi quando la Lazio gioca fuori Roma. Accade la stessa cosa a Genova per le gradinate di Genoa e Samp quando le tifoserie, che si identificano nella nord e nella sud, sono impegnate in trasferta per seguire i propri colori. E sembrerà incredibile per qualcuno ma non succede niente di diverso neppure allo stadio Meazza di Milano, la casa delle milanesi Inter e Milan. Per anni è accaduto anche a Torino nella curva Maratona, a domeniche alterne colorata di bianconero, e la Filadelfia, poi Scirea, tinta di granata. Continua a leggere

La Genova calcistica (che fu) superba

di Matteo Lai.

Le due sponde della Genova – e della Liguria – calcistica esultano per gli importanti risultati raggiunti. Il Genoa ha faticosamente raggiunto la salvezza, dopo una seconda metà di campionato degna, rari e incredibili sprazzi a parte, della peggiore compagine dilettantistica, mentre la Sampdoria, dopo aver ceduto per due anni di fila ai rossoblu il predominio cittadino, finalmente può festeggiare l’essere – in classifica – davanti ai cugini, sebbene però la stessa classifica mostri come il campionato di Giampaolo e compagnia sia stato mediocre, ben lontano da qualsiasi risultato minimamente appetibile: la partecipazione alle coppe europee è una mera chimera di anni migliori. Continua a leggere

Quei 21 grammi di Enrico Preziosi 

di Osvaldo Ambrosini.

Il 7 giugno del 2003 in un caldo pomeriggio di un sabato di quasi estate, a Marassi andava in scena l’ultima del campionato di serie B tra due squadre già retrocesse, Genoa e Cosenza. Il Genoa scese in campo con la formazione primavera, al termine di un campionato che definire travagliato è riduttivo, la prima squadra fu infatti licenziata per mancanza degli attributi minimi. Al fischio finale, che sancì una rotonda quanto inutile vittoria del Genoa, accadde qualcosa di incredibile a cui neppure i maggiori esperti di antropologia e psicologia di gruppo riuscirebbero a dare spiegazioni. Continua a leggere

La fattoria ligure dei cinque stelle

di Osvaldo Ambrosini.

Questa volta che, in occasione delle amministrative genovesi, il M5s avrebbe avuto la reale possibilità di vincere e contemporaneamente piantare la prima bandierina in una amministrazione comunale ligure, il suo capo (nonché depositario del blog a sua insaputa) ha deciso di non voler vincere. Continua a leggere

Nicolini – Murgita, due storie genovesi…

di Osvaldo Ambrosini.

In casa Genoa la sconfitta clamorosa di Pescara ha reso drammatica una crisi in realtà in atto da almeno un paio di mesi, sulla quale con buone probabilità si sarebbe dovuto intervenire prima. Tuttavia dalle dichiarazioni dei diretti interessati nessuno sembra assumersi le responsabilità. Continua a leggere