Red carpet ligure: una passerella di Christo che non ce l’ha fatta

di Osvaldo Ambrosini.

Risale ad un anno fa l’installazione, diventata famosa in tutto il mondo dell’artista Christo: una passerella galleggiante sul lago d’Iseo che ha permesso a più di un milione di visitatori di avere la sensazione di camminare sulle acque. Un’ottima occasione, oltre che per l’artista, anche per le località coinvolte che hanno goduto di un ritorno di immagine e di un flusso turistico sensazionale. Continua a leggere

Il renzismo vi seppellirà

di Osvaldo Ambrosini.

Perdere Genova non è una sconfitta qualunque, perdere La Spezia ancora meno, per non parlare di Pistoia, L’Aquila o Sesto San Giovanni. Eppure, come sul Titanic, nessuno dell’equipaggio si è scomposto mentre si puntava dritti contro un iceberg. Continua a leggere

14 giugno 1940, le prime bombe su Savona e Vado

E’ l’alba del 14 giugno 1940. Sono passati solo quattro giorni da quando Mussolini, acclamato dalla folla di piazza Venezia, ha presentato la dichiarazione di guerra agli ambasciatori di Francia e Regno Unito, credendo alla favoletta della guerra-lampo, raccontata dall’alleanto nazista. Continua a leggere

Fascisti savonesi 1 fascisti genovesi 0

di Osvaldo Ambrosini.

Nello specialissimo derby ligure tra nostalgici, i rappresentanti della città savonese hanno indubbiamente vinto la sfida, a distanza di un anno, con i colleghi genovesi. Questo non perché a Savona siano riusciti, grazie alla vittoria alle amministrative del centrodestra, ad infilarsi tra le maglie dell’amministrazione comunale, cosa che è accaduta, ma è soltanto un effetto non la causa. Continua a leggere

Genova, l’affondamento del centrosinistra 

di Matteo Lai.

Cinque anni fa, alle primarie del centrosinistra si assisteva alla debacle del Partito Democratico – le cui candidate alla carica di sindaco, la prima cittadina uscente Marta Vincenzi e la donna in carriera Roberta Pinotti – dovevano cedere il passo all’indipendente Marco Doria. Continua a leggere

La Genova calcistica (che fu) superba

di Matteo Lai.

Le due sponde della Genova – e della Liguria – calcistica esultano per gli importanti risultati raggiunti. Il Genoa ha faticosamente raggiunto la salvezza, dopo una seconda metà di campionato degna, rari e incredibili sprazzi a parte, della peggiore compagine dilettantistica, mentre la Sampdoria, dopo aver ceduto per due anni di fila ai rossoblu il predominio cittadino, finalmente può festeggiare l’essere – in classifica – davanti ai cugini, sebbene però la stessa classifica mostri come il campionato di Giampaolo e compagnia sia stato mediocre, ben lontano da qualsiasi risultato minimamente appetibile: la partecipazione alle coppe europee è una mera chimera di anni migliori. Continua a leggere

Savona: “Voglio farti un regalo, di quelli che apri e poi piangi”

di Osvaldo Ambrosini.

In un anno scarso di amministrazione di centrodestra a Savona, una cosa l’abbiamo compresa molto bene: il desiderio di apparire sui social media della nostra giunta è superiore anche a quello di una qualunque teenager impegnata a comunicare, con improbabili selfie, la propria “voglia d’estate”. Questo lo si era capito fin dalla campagna elettorale dello scorso anno. Continua a leggere