Governo: l’esercito del selfie contro l’immigrazione

di Matteo Lai.
Dirette facebook, tweet, selfie. Così dialogano tra loro gli “uomini forti” del nostro governo, Matteo Salvini e Gigi Di Maio. Per alcuni si tratta di un addio alle fumose stanze, ai vertici notturni ai “patti” più o meno segreti, ma in realtà quello che stiamo vivendo è la politica della non politica, l’arte del non decidere.

Continua a leggere

Annunci

Matteo va alla guerra

di Matteo Lai.

Come le storie d’amore 2.0, tutto era iniziato con un galeotto “like” sotto a un post, il famoso “Sono veramente arrabbiato” postato da Salvini e apprezzato da Di Maio, quando il governo del cambiamento era sul punto di naufragare. Continua a leggere

Ischia: “Stupido hotel”

di Osvaldo Ambrosini.

“Ora che sono, ora che sono qui. In questo stupido stupido hotel. E non sei qui con me. Tutto mi sembra inutile, tutto mi sembra com’è. Farmi la barba o uccidere. Che differenza c’è? Hai già pronto il piano di recupero, Io vado preso, vado preso e hai, sempre ragione tu. Per il mio limite. Io non so stare solo. Vivere insieme a me…” Continua a leggere

Rispieghiamo la vignetta per chi era assente

di Osvaldo Ambrosini.

Ho commesso un grave errore nel mio precedente articolo in cui ho provato, per la verità con scarsi risultati, a spiegare quale fosse il ruolo della satira e la sua missione, per lo meno nel mondo occidentale, e quale ruolo abbiano la libertà di espressione e di stampa nelle democrazie mature. Continua a leggere

Savona disobbedisce a Salvini, non ‘scheda’ i suoi rom

di Osvaldo Ambrosini.

È utile ricordare che a Savona, in controtendenza con il governo nazionale, l’amministrazione di centrodestra da tempo ha deciso di abdicare alla ‘schedatura’ dei nomadi che vivono nel campo rom della Fontanassa. Continua a leggere

Salvini: porti chiusi, trappola per grillini

di Osvaldo Ambrosini.

Come spesso accade i social network sono la casa degli esperti e dei tuttologi, quelli che in realtà non sanno nulla. Complice la fine del campionato e l’esclusione dai mondiali della nazionale, ci aspetta un’estate piena di laureati in diritto del mare, politiche europee, trattati internazionali e via discorrendo. Continua a leggere

Pietà per il nero che dice ‘negro’ ai neri

di Matteo Lai.

Il primo senatore nero del nostro Paese è leghista. Non dovrebbe stupire più di tanto, questa cosa, considerando che il partito di Salvini – dopo anni di razzismo antimeridionale, cori contro i terroni e ‘Roma ladrona’ – proprio al sud ha ottenuto percentuali a doppia cifra, che gli hanno permesso di raggiungere quasi il 20% a livello nazionale. Il livello di masochismo è lo stesso. Continua a leggere