Bormida, non è soltanto un fiume che va al contrario

di Osvaldo Ambrosini.

Per noi savonesi, o ‘cicciolli’ come ci chiamano in Val Bormida, uno dei più frequenti sbeffeggi nei loro confronti sta proprio nel ricordargli che l’omonimo fiume, che dà il nome a tutta la vallata scorra al contrario, cioè verso nord, in direzione del Piemonte verso la Pianura Padana, per confluire prima nel Tanaro e finire nel Po, per poi dirigersi verso l’Adriatico. Continua a leggere

La riscoperta di Sa(v)ona, un’isola sicura

di Billy The Kid.

C’era una volta un navigatore ligure, Cristoforo Colombo, che, partito dal Portogallo con tre caravelle, salpò nel 1492 convinto di raggiungere le coste dell’opposta parte del pianeta fino ad allora conosciuto: le Indie. Durante la navigazione scoprì invece quelle di un nuovo continente, le Americhe! Continua a leggere

Gogna medioevale solo per questa settimana gratis!

di Osvaldo Ambrosini.

Che il carnevale non fosse iniziato bene per una nota catena di supermercati tedeschi, lo si era capito giorni fa quando erano state ritirate dai banchi alcune maschere per bambini prodotte da una azienda, anche questa tedesca. L’alto rischio di infiammabilità ne aveva sconsigliato la vendita. Soltanto l’altro ieri invece l’episodio accaduto nel punto vendita di Follonica (Grosseto) ha riportato la catena sulle prime pagine di tutti i giornali. Rievocare, sebbene non per volontà dall’azienda, i tempi delle gogne medioevali non è certo stata un’operazione simpatia, per restare in tema col carnevale, e neppure una grande trovata pubblicitaria di cui fregiarsi, come invece avvenuto. Continua a leggere

Cairo Montenotte: il razzismo e i suoi anticorpi

di Osvaldo Ambrosini.

Ognuno si diverte come può, magari in cerca di un briciolo di notorietà. Succede così che un fascistello cairese si sollazzi, per festeggiare il proprio compleanno, devastando gli spogliatoi del locale stadio (su cui addirittura rivendica una sorta di primogenitura, essendo dedicato al padre, ucciso in un efferato fatto di cronaca), la cui “colpa” sarebbe quella di ospitare una squadra di immigrati, responsabili non solo di divertirsi ma – dice lui – di sfoggiare scarpe e maglie “griffate”. Continua a leggere

Ortovero: una cartolina natalizia

di Osvaldo Ambrosini.

Risale a solo qualche giorno fa l’indignazione dei media e dell’opinione pubblica riguardo all’episodio razzista avvenuto nelle case popolari romane, dove una famiglia di origine marocchina, a cui era stato assegnato regolarmente un alloggio, non ha potuto fisicamente prenderne possesso al grido: “prima gli italiani!” Continua a leggere

Goro, Alabama 1960

di Matteo Lai.

Non passa lo straniero! Così i coraggiosi abitanti di Goro e di Gorino hanno fermato l’invasione del loro ameno paesello, da parte di un’orda di stranieri: 12 donne e 8 bambini. Le motivazioni vanno da quelle più squisitamente salviniane – “non vogliamo stranieri a casa nostra” – fino a quelle che tentavano invece di dare spiegazioni più economico/burocratiche (necessità di salvaguardare il turismo, volontà di fermare lo strapotere prefettizio). Continua a leggere

Il fascino discreto delle democrazie 

di Osvaldo Ambrosini.

In attesa del referendum costituzionale del 4 dicembre, che sta letteralmente spaccando il Paese più intorno alla figura del Premier che sui reali contenuti della riforma, si assiste in Italia ad una discussione sull’efficacia dello strumento referendario in quanto tale, ovvero la massima espressione delle democrazie. Continua a leggere