Pietà per il nero che dice ‘negro’ ai neri

di Matteo Lai.

Il primo senatore nero del nostro Paese è leghista. Non dovrebbe stupire più di tanto, questa cosa, considerando che il partito di Salvini – dopo anni di razzismo antimeridionale, cori contro i terroni e ‘Roma ladrona’ – proprio al sud ha ottenuto percentuali a doppia cifra, che gli hanno permesso di raggiungere quasi il 20% a livello nazionale. Il livello di masochismo è lo stesso. Continua a leggere

Annunci

C’è una Candyland anche in Padania

di Osvaldo Ambrosini.

Se non fosse stato per il ruolo magistralmente interpretato da Christoph Walz nei panni del medico tedesco Schultz, cacciatore di taglie nell’America del 1800 insieme al ‘libero negro’ Django, probabilmente Samuel Leroy Jackson avrebbe vinto la statuetta come migliore attore non protagonista, nel film di Tarantino “Django Unchained”, avendo interpretato come nessuno mai il ruolo di Stephen, un nero a capo della servitù della tenuta di Candyland, dal nome del padrone schiavista Calvin Candie (Leonardo di Caprio). Continua a leggere

Cronaca nera e storia, le protagoniste della politica

di Matteo Lai.

In questi giorni abbiamo assistito a un uso distorto, a fini politici, non solo della cronaca ma anche della storia. Siamo in campagna elettorale e, si sa, tutto fa brodo, ma qui si sta esagerando. Continua a leggere

Lega, 80 anni dalle leggi razziali e non sentirli

di Osvaldo Ambrosini.

La settimana scorsa ha fatto scalpore la dichiarazione del candidato del centrodestra alla guida della Regione Lombardia – e probabile successore di Maroni -, il leghista Fontana, sulla salvaguardia della razza bianca. Continua a leggere

La povertà non è una malattia

di Osvaldo Ambrosini.

In questi giorni a Roma la polemica si è spostata da Spelacchio, l’albero di Natale forse più brutto sicuramente più famoso del mondo, alle panchine di via Giovanni da Procida, recentemente accessoriate di dissuasori per impedire ai senzatetto di poterci dormire sdraiandosi sopra. Continua a leggere

Provincia di Savona: continua la gara di rutti

di Osvaldo Ambrosini.

Chi non è di Savona o della nostra provincia potrebbe non essersi accorto di una antica competizione, che da un po’ di tempo è tornata prepotentemente di moda dalle nostre parti: una gara di rutti, giocata esclusivamente tra professionisti, da far invidia ai migliori concorrenti dell’Oktoberfest. Una brancata di primi cittadini, spesso leghisti, che si distinguono tra i 69 colleghi della provincia, hanno deciso di sfidarsi senza esclusioni di colpi.  Continua a leggere

Mao Mao, Mai Mai

di Osvaldo Ambrosini.

E già un po’ di tempo che Zuccarello, un piccolo borgo nell’entroterra della provincia di Savona, fa parlare di sé. Lo avevamo lasciato qualche mese fa tra carte e scartoffie impolverate ritrovate in qualche cantina attestanti l’autenticità del Marchesato ed utilizzate per rivendicare l’autonomia del borgo, non già dall’Italia, ma dall’Europa. Continua a leggere