Savona: “Ci sono i ne…ri al corteo del I Maggio”

di Osvaldo Ambrosini.

I social network hanno sicuramente un doppio potere che nessun altro media possiede, quello di permettere a tutti di parlare di qualsiasi argomento pur non essendo necessariamente informati e, contemporaneamente, far assurgere al rango di capipopolo utenti che cavalcano l‘ignoranza delle persone, talvolta con dolo oppure semplicemente esprimendo loro stessi. Continua a leggere

Annunci

I Maggio: la festa delle nuove professioni

di Osvaldo Ambrosini.

Esistono molti mestieri alcuni nobili altri meno, alcuni semplici altri più difficili, alcuni per cui è richiesta una professionalità elevata altri per cui non serve neppure aver studiato. Nell’epoca dei social network si sono diffusi una miriade di nuove professionalità che, a sentirne i nomi a volte scappa anche da ridere, salvo poi scoprire che i vari influencer, fashion blogger, instagrammer, image consulting, personal shopper, cool hunter, pubblicando compulsivamente per lo più semplici foto, guadagnano, molto più di chi invece un mestiere se lo è sudato davvero. Continua a leggere

Primo Maggio: chi manca in piazza?

di Matteo Lai.

Una folla ondeggiante ed ululante di comunisti trinariciuti, pronti a tutto. Probabilmente è questo ciò che gli amministratori savonesi, sindaco in testa, pensavano di trovare il Primo Maggio in piazza Sisto IV. O più semplicemente, si è voluta rimarcare la propria distanza da una festa considerata troppo ‘rossa’, troppo di parte, troppo caratterizzata. Continua a leggere

Tpl, la solidarietà di un farmacista

di Osvaldo Ambrosini.

Studi antropologici potrebbero confermare come esistano almeno un paio di situazioni specifiche che possono portare, talvolta anche soggetti insospettabili, ad una esaltazione smisurata del proprio ego, tale da comportare una considerevole perdita della lucidità o dei freni inibitori. Continua a leggere

Giulia Stella chi?

di Osvaldo Ambrosini.

In una città storicamente operaia come Savona, la poltrona del segretario della Camera del Lavoro ha da sempre avuto una notevole considerazione, non soltanto all’interno della realtà del sindacato, ma in tutto l’ambiente economico e produttivo. Continua a leggere

Tpl, lavoratori in lotta: per tutti

di Matteo Lai.

L’astensione collettiva dal lavoro che oggi hanno effettuato i dipendenti Tpl, per protestare contro la privatizzazione prossima ventura dell’azienda, ha scatenato sui social una ridda di ‘indignados’ da tastiera contro i lavoratori. Continua a leggere

Fertility day: e poi?

di Daisy Duck.

In Italia una lavoratrice madre ha diritto a cinque mesi di maternità obbligatoria – normalmente suddivisi tra due mesi prima e tre mesi dopo la nascita del bambino – a cui si aggiungono sei mesi di congedo parentale retribuito al 30%. Continua a leggere