Anna Frank vs Giuseppina Ghersi: gli accostamenti impossibili

di Osvaldo Ambrosini.

Ci sono cose che voi umani non potete neppure immaginare, eppure noi di Savona riusciamo sempre a tirare fuori qualcosa di peggiore, rispetto al resto del mondo, anche quando il resto del mondo riesce a dar prove così negative di sé che sembrerebbe impossibile superare. Continua a leggere

Annunci

Savona: tanto peggio, tanto meglio

di Osvaldo Ambrosini .

Per indicare la nostra città esiste un vecchio detto in dialetto genovese, che recita più o meno cosi: “andemmu a Savunn-a quellu paise dunde i fiôri e ciamman sciôe”. Un detto per la verità un po’ datato, vuoi perché “scioe ghe n’è sempre menu”, vuoi perché a parlar dialetto sono rimasti in pochi. Continua a leggere

Ata, sbagliare è umano perseverare è diabolico

di Osvaldo Ambrosini.

Com’era prevedibile l’asta indetta dalla municipalizzata savonese per la vendita di 159 posti auto nella via privata dell’ex area ferroviaria posta tra via San Michele e Via Leoncavallo, è andata pressoché deserta. Delle 11 offerte presentate, 7 erano indirizzate ai posti più piccoli, parcheggi ampi appena 9 metri quadrati. Di queste una non è stata ammessa per irregolarità e delle restanti 6, soltanto 2 contenevano un’offerta pari alla cifra base stabilita, 20.500 euro, quattro invece hanno rialzato la posta, una addirittura di 4100 euro e 99 centesimi (senza contare i circa 1300 euro che dovranno essere comunque spesi da tutti per le spese notarili). Continua a leggere

Noli: neanche un prete per chiacchierar…

di Osvaldo Ambrosini.

Un piedistallo a forma di leggìo, alto circa un metro, con appoggiate quattro piastrelle e la scritta: “Giuseppina Ghersi – Savona 12 luglio 1931 – 27 Aprile 1945. A tua memoria sfortunata bambina oggetto di ignobile viltà. In commemorazione di tutte le giovani vittime dell’abiezione umana”. Continua a leggere

Savona, l’antico vaso andava portato in salvo

di Osvaldo Ambrosini.

C’è una differenza sostanziale tra il razzismo strisciante che si respirava nel nord Italia negli anni ’80 e ’90, anni in cui la Lega Lombarda e quella Veneta, poi Lega Nord, denigravano e insultavano il meridione e i meridionali del nostro Paese, rispetto al razzismo di questi tempi, che ha invece come principali obiettivi gli extracomunitari in generale, meglio se africani e di colore?  Continua a leggere

Ileana Romagnoli: assessore alle varie ed eventuali

di Osvaldo Ambrosini.

Cosa ci facesse Ileana Romagnoli alla viabilità ed al commercio se lo sono chiesti in tanti quando il sindaco Caprioglio, nel luglio dello scorso anno, distribuì le deleghe nominando gli assessori della nuova giunta. Può darsi che il combinato disposto quote rosa – equilibrio tra i rappresentanti di Forza Italia e Lega Nord, abbia imposto la scelta tra un numero piuttosto limitato di candidate, avendo tra l’altro la Lega ancor meno esponenti al femminile di rilievo. Si finí così col puntare tutto sulla Romagnoli e sulla giovane Marozzi. Continua a leggere

Non sono razzista ma

di Matteo Lai.

Una volta le nostre città e i nostri paesi erano giardini fioriti. Vivevamo tranquilli, con le nostre tradizioni, i nostri usi, i nostri costumi, tramandati nei secoli da chi ci ha preceduto. Poi dapprima lenta, poi sempre più inesorabile, è iniziata l’invasione. Sono arrivati qui con i loro linguaggi incomprensibili, con le loro donne con il capo coperto, con i loro cibi che nulla avevano a spartire con la nostra tradizione, con la loro religiosità esagerata. Continua a leggere