Modello Toti, effetto boomerang

di Osvaldo Ambrosini.

Le amministrative di domenica hanno dissipato ogni dubbio, il tanto decantato ‘modello Toti’ ha perso la sua spinta propulsiva, quella che dalle regionali del 2015 ha inanellato una vittoria dopo l’altra conquistando buona parte dei comuni liguri, tra cui i tre capoluoghi ‘rossi’ della regione: Savona prima (2016) e Genova e La Spezia poi (2017). Continua a leggere

Annunci

Vaccarezza, sarà un eroe?

Che ambisse al posto in Senato era nell’aria, d’altra parte la gavetta politica del candidato è di tutto rispetto, mica come altri che si sono trovati catapultati a Roma senza aver mai ricoperto ruoli politici importanti. Sindaco di Loano per dieci anni, Presidente della provincia di Savona dal 2009 al 2014, nell’ultima edizione in cui la provincia era ancora un ente degno di questo nome, pre riforma Delrio, e dal 2015 consigliere regionale, quasi un assessore della giunta Toti, con delega al revisionismo storico. Continua a leggere

Savona, tra verde e monumenti: alberi da brutte figure

di Matteo Lai.

Tra martedì 21 e mercoledì 22 novembre, a Savona andranno in scena due manifestazioni che hanno un sapore piuttosto agro. Martedì, infatti, si terrà la “Giornata nazionale dell’albero”. Per chi, nell’ultimo anno, ha seguito le cronache cittadine riguardanti il verde pubblico, questo evento assomiglia a “Erode per Unicef”: Continua a leggere

Buio Pesto: tra ritiri, beneficenze, scazzi su facebook e benefattori

di Osvaldo Ambrosini.

I pionieri del settore furono i Pitura Freska, una reggae-rock band veneziana che, sdoganando il dialetto locale, arrivò ad imporsi a livello nazionale grazie a canzoni ironico-demenziali. Tra le più famose Pin Floi e Papa Nero, con la quale parteciparono addirittura al Festival di Sanremo nel 1997. Continua a leggere

Savona buio totale, anzi pesto

di Osvaldo Ambrosini.

Chi ha buona memoria ricorderà che la sera del venerdi 17 giugno 2016 nella vecchia darsena savonese – mentre nella vicina ‘piazzetta rossa’, ergo via Vacciuoli, si esibiva in canti e balli lo stato maggiore del Pd savonese, ancora ignaro della futura sconfitta – i colonnelli del centrodestra ligure sfilavano in giacca e cravatta in mezzo alla gente.  Continua a leggere

Savona, spiaggia per cani: #escila

di Osvaldo Ambrosini.

Era stata forse l’unica promessa elettorale comune a tutti e 7 i candidati alle scorse amministrative savonesi. Erano tutti talmente convinti del facile raggiungimento dell’obiettivo che ormai si poteva soltanto scommettere, a seconda di chi avesse vinto, quale spiaggia sarebbe stata attrezzata per accogliere gli animali domestici. Vinse il centrodestra a cui toccò l’onere e l’onore di mettere la bandierina sulla prima, apparentemente semplice, promessa elettorale mantenuta. Continua a leggere

Savona: i dolori del giovane Massimo

di Osvaldo Ambrosini.

Anche Savona ha avuto il suo romanzo epistolare. Certo l’autore non è del livello di Goethe, ma come si dice, nel nostro piccolo ci si deve accontentare. Per molto tempo il ‘Massimo di lotta’ ha scritto e fatto pubblicare lettere dai banchi dell’opposizione, per denunciare o sollecitare l’allora amministrazione comunale di centrosinistra a gestire la cosa pubblica con maggior correttezza ed equità, schierandosi a favore dei più deboli, dalla parte della tutela territorio e paladino della buona gestione delle società partecipate. Una sorta di Peter Pan post-moderno. Continua a leggere