Il trip advisor degli ospedali savonesi

di Matteo Lai
Per caso, dovendo cercare un’informazione sull’ospedale San Paolo, mi sono imbattuto in un qualcosa che – sebbene sapessi esistere – non avevo mai visualizzato: le recensioni di Google. Ebbene sì: ormai anche gli ospedali, alla stregua di una trattoria o di un albergo, possono essere recensiti. Ovviamente questo dà la stura a commenti di quel tipo di soggetto che, oggi, va per la maggiore: il tuttologo, una figura sdoganata dal ministro dell’Onniscenza, Matteo Salvini.

Continua a leggere

Annunci

Defecatio isterica

di Osvaldo Ambrosini

Il Professor Sassaroli, splendido personaggio di ‘Amici miei atto II’’ interpretato da Adolfo Celi, per diagnosticare la netta impressione di andare di corpo senza però produrre alcunché dava questa definizione: “Trattasi di un tipico caso di defecatio isterica, si ha la chiara e netta sensazione di defecare, ma non esce nulla, funziona un po’ come la gravidanza, bisogna operare subito, urge un trapianto anale”. Continua a leggere

Valbormicidio

di Osvaldo Ambrosini.

In questi giorni noi liguri abbiamo preso confidenza con un vocabolo che, avendo avuto la sua massima diffusione proprio in concomitanza con un fenomeno meteorologico particolarmente raro alle nostre latitudini, a differenza di quanto possa apparire, è tutt’altro che nuovo. Continua a leggere

Savona, l’anestesia della ragione 

di Matteo Lai.

Accade a Savona un fatto che, nel 2017, lascia esterrefatti. Un paziente – saputo che l’anestesista che lo avrebbe seguito nell’operazione sarebbe stata una donna – decide di rinunciare all’intervento. Continua a leggere

Bormida, non è soltanto un fiume che va al contrario

di Osvaldo Ambrosini.

Per noi savonesi, o ‘cicciolli’ come ci chiamano in Val Bormida, uno dei più frequenti sbeffeggi nei loro confronti sta proprio nel ricordargli che l’omonimo fiume, che dà il nome a tutta la vallata scorra al contrario, cioè verso nord, in direzione del Piemonte verso la Pianura Padana, per confluire prima nel Tanaro e finire nel Po, per poi dirigersi verso l’Adriatico. Continua a leggere

Sanità, la fuffa del libero accesso

di Matteo Lai.

Squillino le trombe. Dal magico cilindro dell’assessore regionale alla sanità, Sonia Viale, è spuntata la soluzione per eliminare i lunghi tempi di attesa per alcuni esami clinici. Si chiama “libero accesso”, ossia la possibilità per il cittadino – munito di prescrizione medica ma non di prenotazione – di presentarsi presso la struttura sanitaria e, qualora rientrante in un novero di fortunati più o meno ristretto, di effettuare immantinentemente le analisi necessarie. Continua a leggere

Canto di Natale: il governo Scrooge taglia sui bambini malati

di Matteo Lai.

Neppure Charles Dickens, nel suo Canto di Natale, avrebbe mai fatto compiere da Scrooge, il protagonista taccagnissimo e gretto, una azione così miserabile: far sparire dalla manovra di bilancio 50 milioni di euro destinati ad affrontare l’emergenza sanitaria dei bambini malati di cancro a causa delle esalazioni dell’Ilva di Taranto, l’acciaieria a carbone più grande d’Europa. Continua a leggere