La Genova calcistica (che fu) superba

di Matteo Lai.

Le due sponde della Genova – e della Liguria – calcistica esultano per gli importanti risultati raggiunti. Il Genoa ha faticosamente raggiunto la salvezza, dopo una seconda metà di campionato degna, rari e incredibili sprazzi a parte, della peggiore compagine dilettantistica, mentre la Sampdoria, dopo aver ceduto per due anni di fila ai rossoblu il predominio cittadino, finalmente può festeggiare l’essere – in classifica – davanti ai cugini, sebbene però la stessa classifica mostri come il campionato di Giampaolo e compagnia sia stato mediocre, ben lontano da qualsiasi risultato minimamente appetibile: la partecipazione alle coppe europee è una mera chimera di anni migliori. Continua a leggere

Il senso di Savona per lo sport

di Osvaldo Ambrosini.

La stagione delle vacche magre per la città non ha risparmiato nessuno, coinvolgendo un po’ tutti i settori, dalla cultura, ai servizi alla persona, dalla sicurezza allo sport. Storica ad esempio la chiusura della piscina coperta del Prolungamento, così come quasi mortali – per molte piccole società sportive savonesi – sono stati i tagli, quando non addirittura l’azzeramento, dei contributi elargiti dall’amministrazione comunale. Continua a leggere

Quei 21 grammi di Enrico Preziosi 

di Osvaldo Ambrosini.

Il 7 giugno del 2003 in un caldo pomeriggio di un sabato di quasi estate, a Marassi andava in scena l’ultima del campionato di serie B tra due squadre già retrocesse, Genoa e Cosenza. Il Genoa scese in campo con la formazione primavera, al termine di un campionato che definire travagliato è riduttivo, la prima squadra fu infatti licenziata per mancanza degli attributi minimi. Al fischio finale, che sancì una rotonda quanto inutile vittoria del Genoa, accadde qualcosa di incredibile a cui neppure i maggiori esperti di antropologia e psicologia di gruppo riuscirebbero a dare spiegazioni. Continua a leggere

Genoa: credevo fosse amore invece era un contratto

di Osvaldo Ambrosini.

Statisticamente il presidente Preziosi è, dati alla mano, il miglior presidente del Genoa dal dopoguerra ad oggi, a lui va il merito di aver spezzato una tradizione negativa che vedeva il Grifone partecipare con più frequenza ai campionati di serie B. Tempi bui in cui anche una semplice supremazia cittadina diventava un miraggio. Per fortuna oggi questi due aspetti si sono ribaltati al punto tale che le nuove generazioni di genoani possono vivere la serie A e la supremazia cittadina quasi come un dato acquisito. Continua a leggere

Icardi, titolo di studio: no

di Osvaldo Ambrosini.

Non si erano ancora placate le polemiche del battibecco a distanza con il ‘Pibe de oro’, accusato di essere un cattivo esempio per le nuove generazioni, ed un altro polverone coinvolge il giovane capitano dei nerazzurri.  Continua a leggere

#AridateceDiCanio

di Osvaldo Ambrosini.

L’ex calciatore laziale, famoso per i saluti romani sotto la curva degli Irriducibili biancoazzurri, nota tifoseria fascista, è stato sospeso da Sky per aver indossato una polo a maniche corte che ha permesso al pubblico di leggere la scritta ‘DVX’ tatuata su un bicipite. Non si tratta di ipocrisia ma di buon gusto e rispetto per chi paga un abbonamento, tra l’altro la trasmissione che conduceva si occupava del calcio inglese di cui Di Canio, indiscutibilmente, è un esperto. Continua a leggere

L’Inter è rossonera? La Juve granata? Il Vado è blucerchiato.

di Osvaldo Ambrosini.

Nel calcio contano soprattutto i soldi, un’affermazione che insieme alla scoperta dell’acqua calda si gioca, con buone probabilità, il premio tra le migliori rivelazioni di sempre. La distanza tra una società e l’altra è determinata proprio dalla differente disponibilità economica da investire nel calcio mercato.  Continua a leggere