Savona disobbedisce a Salvini, non ‘scheda’ i suoi rom

di Osvaldo Ambrosini.

È utile ricordare che a Savona, in controtendenza con il governo nazionale, l’amministrazione di centrodestra da tempo ha deciso di abdicare alla ‘schedatura’ dei nomadi che vivono nel campo rom della Fontanassa. Continua a leggere

Annunci

Savona: i record della Fontanassa

di Osvaldo Ambrosini.

Il campo d’atletica della Fontanassa è passato in poco tempo da “non luogo” a meta privilegiata per gli appassionati dell’atletica leggera. Il grazie va principalmente a chi, con l’appoggio costante dell’amministrazione, organizza e dirige eventi di livello nazionale. Continua a leggere

Lettera da San Francisco, la solidarietà dei savonesi

di Osvaldo Ambrosini.

Sarà forse perché la distanza dai fatti permette una analisi più obiettiva, o forse perché ciò che sta succedendo a Savona avrebbe bisogno di un briciolo di umana solidarietà in più (che purtroppo sembra essere scomparsa sotto la Torretta), ma è difficile rimanere indifferenti di fronte al caso della bambina savonese ipovedente residente nel campo nomadi di via Fontanassa, sfrattata perché la sua casetta risulta essere abusiva. Continua a leggere

Campo nomadi, la Giunta dice sì all’evasione delle bollette

di Osvaldo Ambrosini.

Fa un po’ sorridere la decisione della giunta savonese di sospendere il finanziamento di 100 mila euro, già stanziati dall’amministrazione precedente, necessari per sistemare il campo nomadi di via Fontanassa. Primo perché quei soldi sarebbero serviti per completare infrastrutture imprescindibili come l’allaccio alla fognatura, la messa in sicurezza di alcuni moduli abitativi e l’installazione di impianti elettrici a norma. Secondo perché, al momento, non esiste un piano “B” della Giunta in merito ad una diversa sistemazione degli ospiti definiti provocatoriamente “stanziali”, proprio perché stabilmente a Savona da almeno 30 anni. Continua a leggere

Campo nomadi di Savona, una battaglia di civiltà.

di Osvaldo Ambrosini.

Il campo nomadi della Fontanassa è da tempo al centro delle cronache, dai 100 mila euro impegnati dall’amministrazione comunale per la sua risistemazione, alle bollette non pagate dagli ospiti che gravano sulla collettività. La questione nomadi è da sempre piuttosto delicata, e non soltanto dalle nostre parti. Continua a leggere