Il negazionismo renziano

di Matteo Lai.

Nonostante il buon Orfini si arrampichi sugli specchi per spiegare che – in realtà – la Caporetto dei ballottaggi non è una sconfitta, la debacle subita domenica dal Pd è abbastanza evidente, soprattutto considerando la sconfitta in roccaforti storiche della sinistra come Genova, La Spezia, Pistoia e Sesto San Giovanni. In realtà, ci sono almeno cinque motivi principali per cui la disfatta ha assunto proporzioni bibliche. Continua a leggere

Annunci

I ragazzi del ’99 di Renzi

di Matteo Lai.

La trovata di inserire venti giovani neppure trentenni (o millenials, come si usa dire oggi) nella direzione del Partito Democratico, tutti in quota renziana, ha sicuramente scosso gli equilibri di un partito che spesso – anche nei suoi antenati Ds e Margherita – ha vissuto i giovani quasi come un corpo estraneo, al massimo da sbandierare come trofeo quando si parlava di svecchiamento della politica.. Continua a leggere

Palazzo Santa Chiara: come facevamo prima?

di Matteo Lai.

Un tempo c’era il Tribunale, poi la Questura, poi – per lungo tempo – il nulla. Ora il nulla c’è ancora, ma hanno riaperto il cortile. Bello lucido di asfalto nero, è stato presentato come un importantissimo asse di collegamento pedonale tra via Pia e piazza del Vescovado. E come ogni bretella che si rispetti, poteva mancare, dopo l’asfalto, la segnaletica? Ovviamente no. Ed eccola infatti apparire, spacciata come arte d’avanguardia. Continua a leggere