I depositari dei valori della sinistra

di Osvaldo Ambrosini.

Una notizia positiva c’è: ‪al 4 marzo‬ manca davvero pochissimo e finalmente, fino alla formazione del nuovo governo (che scontenterà tutti), non saremo più in campagna elettorale. Non male, considerato che tra governi tecnici, larghe intese, governi renzusconi, appoggi esterni degli uomini di Verdini, ma soprattutto “governi non eletti dal bobolo”, lo siamo stati praticamente dalla fine della diretta streaming tra Bersani e i grillini. Continua a leggere

Annunci

Anna Giacobbe, messa in panchina da Renzi

Per lungo tempo è stata considerata l’anima “sindacalista” dei fratelli Giacobbe. Lui, Carlo, attivo nel Pci e nel Pds fino a diventarne segretario provinciale, divenendo poi vicepresidente della Provincia nel doppio mandato Garassini (sì, l’attuale amministratore di ATA di area leghista…) Continua a leggere

Franco Vazio, Albenga-Roma sola andata?

Chi si ricorda di Alternativa Democratica? Il “movimento” messo in piedi da Angioletto Viveri in piena rottura con il Pds, suo partito dell’epoca? Il partito ingauno non solo partecipò alle elezioni provinciali del 1995, sfiorando il 5%, ma fece praticamente scomparire il centrosinistra dalla scena politica albenganese, fino al rientro nei Democratici di Sinistra nel 1998. Continua a leggere

Gianluigi, è tutta in salita…

Mission impossible: così di dovrebbe chiamare la corsa di Gialuigi Granero nel collegio uninominale Liguria 2. Un collegio che ricalca, più o meno, la provincia di Savona, tagliando fuori l’albenganese (inizia infatti da Borghetto Santo Spirito e Balestrino) ma comprendendo tutti comuni del ponente genovese: Arenzano, Campo Ligure, Cogoleto, Masone, Mele, Rossiglione, Tiglieto. Continua a leggere

I ragazzi del ’99 di Renzi

di Matteo Lai.

La trovata di inserire venti giovani neppure trentenni (o millenials, come si usa dire oggi) nella direzione del Partito Democratico, tutti in quota renziana, ha sicuramente scosso gli equilibri di un partito che spesso – anche nei suoi antenati Ds e Margherita – ha vissuto i giovani quasi come un corpo estraneo, al massimo da sbandierare come trofeo quando si parlava di svecchiamento della politica.. Continua a leggere

Orlando, portatore d’acqua di Renzi

di Matteo Lai.

La sinistra si dimostra, ancora una volta, incapace di unità, persino nelle scissioni. Dopo anni di umiliazioni subite dagli ex Ds in seno al Pd targato Renzi, dopo un lungo periodo in cui tutto quello che faceva parte di quel mondo è stato bistrattato e messo in soffitta, con politiche liberiste e svolte populiste, finalmente sembrava che qualcuno battesse un colpo. Continua a leggere

Pd: caro Massimo, te l’avevamo detto

di Matteo Lai.

Quando nella stagione 2007/2008 i due maggiori partiti del centrosinistra, Ds e Margherita, non trovarono altra opzione per sfuggire all’emorragia di consensi che aderire al progetto veltroniano del Partito Democratico, furono veramente poche le voci che si levarono in dissenso a questo dissennato progetto di partito/minestrone, quasi tutte interne ai Ds. Continua a leggere