E se a non volere la statua di Pertini fosse in realtà…

di Osvaldo Ambrosini.

Che dietro alla giunta savonese ci sia da sempre l’ombra, anche piuttosto ingombrante, della giunta regionale non è certo un segreto. Più volte l’amministrazione Caprioglio ha dato più che una semplice impressione di essere etero-diretta. Continua a leggere

Annunci

Nuova passerella sul Priamar, tra quanto la chiudiamo?

di Osvaldo Ambrosini.

Non vorremmo fare la parte dei disfattisti, ma la nuova passerella realizzata sul lato sud della fortezza del Priamar, con vista autoparco portuale, inaugurata proprio ieri, quanto durerà? Continua a leggere

Palazzo Santa Chiara, vergogna bipartisan

di Matteo Lai.

Tempo addietro, sulle pagine (virtuali) di questo blog, avevamo a più riprese rimarcato come la precedente giunta a trazione Berruti – di Tullio avesse (mal) utilizzato Palazzo Santa Chiara per scopi pre-elettoralistici. Bei tempi, quando si poteva perculare una giunta perché apriva in pompa magna un cancello, con l’unico merito di aver asfaltato un cortile. Continua a leggere

Savona: dalle sponsorizzazioni alla carità

di Osvaldo Ambrosini.

Ogni intervento e ogni attività che esuli dall’ordinario sono ormai un problema per la nostra amministrazione che, “per colpa di quelli di prima”, non ha un centesimo da spendere per i classici imprevisti. Continua a leggere

Savona, una città a misura di droni

di Osvaldo Ambrosini.

La notizia è che una trasmissione, Fuori Roma, condotta da Concita De Gregorio, di una rete nazionale, Rai 3, in onda domenica sera, questa settimana si è occupata di Savona. Un programma televisivo che ha deciso di dedicare circa 50 minuti alla nostra città sulle reti nazionali non lo si vedeva praticamente da mai. Continua a leggere

E’ Savona, porco cane

di Matteo Lai.

L’ondata di sdegno che sta suscitando l’ordinanza dedicata alle deiezioni canine sta sollevando un polverone che rischia di mettere in seria difficoltà la giunta Caprioglio. Continua a leggere

Savona: tanto peggio, tanto meglio

di Osvaldo Ambrosini .

Per indicare la nostra città esiste un vecchio detto in dialetto genovese, che recita più o meno cosi: “andemmu a Savunn-a quellu paise dunde i fiôri e ciamman sciôe”. Un detto per la verità un po’ datato, vuoi perché “scioe ghe n’è sempre menu”, vuoi perché a parlar dialetto sono rimasti in pochi. Continua a leggere