Ghe fuîse anæta de travèrso

di Osvaldo Ambrosini.

“Il nuovo ponte sarà pronto entro un anno”, “Il nuovo ponte per Genova operativo al massimo entro la fine del 2019”, “Il viadotto, ‘regalato’ da Renzo Piano ai genovesi, sarà percorribile entro i primi mesi del 2020”. Queste sono solo alcune delle sparate che abbiamo dovuto ascoltare dai protagonisti della ricostruzione, dal giorno del crollo fino ad ora. Continua a leggere

Annunci

Quando Vaccarezza vede rosso…blu

di Osvaldo Ambrosini.

Del nostro consigliere regionale Vaccarezza consociamo abbastanza, dalle simpatie verso i nostalgici del Ventennio alla fede Blucerchiata, dalle antipatie verso la sinistra – in particolare i comunisti e quelli che inopinatamente considera gli eredi (morali?) di quel partito, ovvero il Pd (eccetto quando si tratta di accordarsi con esponenti locali come a Vado Ligure) – al Genoa. Continua a leggere

Savona: dal decreto Bersani al regolamento Zunato

di Osvaldo Ambrosini.

Nonostante l’inopinata riforma del Titolo V della Costituzione (referendum costituzionale del 2001) abbia di fatto creato un Paese a 21 velocità (tante quante sono le regioni, più le due province autonome) e malgrado da questa riforma sia derivata la possibilità di legiferare autonomamente (ovvero la potestà di dettare norme di rango primario) riguardo materie complesse e rilevanti come il commercio, il D. Lgs. 114/1998 – comunemente ricordato come Decreto Bersani – rappresenta un solco (in quanto legge quadro) al di fuori del quale è sempre pericoloso avventurarsi. Continua a leggere

Savona, librerie indipendenti: finite

di Matteo Lai.

A metà anni ‘90, quando ho iniziato ad essere un lettore “autonomo”, a Savona esistevano x librerie: il Leggio di via Montenotte, la Libreria Moderna di via Battisti, Moneta in via Boselli, la libreria di via Torino e la Libreria Economica di via Pia. Di tutte queste insegne, fino a pochi giorni fa, resisteva solo quest’ultima. Continua a leggere

Support your local cantuné

di Matteo Lai.

C’è una guerra – nemmeno più tanto sotterranea – che divide la polizia municipale di Genova e l’amministrazione comunale guidata da Bucci. La giunta di centrodestra – pendant di quella savonese eletta sulla scorta dello slogan “più polizia più pulizia”, con i risultati che ben conosciamo – si dichiara a parole amica della municipale genovese, pur essendolo molto meno nei fatti. Continua a leggere

Savona, le reliquie della discordia

di Osvaldo Ambrosini.

Nella mia vita credevo che non esistesse argomento più controverso dei natali di Cristoforo Colombo, la discussione divide da sempre gli storici: chi lo vorrebbe savonese, chi di Albissola Marina, di Cogoleto oppure di Genova, di Chiusanico (entroterra di Imperia), di Cuccaro Monferrato (AL), Bettole (Piacenza), Terrarossa (Moconesi val Fontanabuona), Salinuri (Sardegna), Calvi (Corsica), portoghese e addirittura polacco. Continua a leggere

La Liguria di Piersilvio e quella reale

di Osvaldo Ambrosini.

In una lunga intervista su Il Secolo XIX di qualche giorno fa, il primogenito di Berlusconi ha raccontato il suo rapporto con la nostra regione e le sue impressioni all’indomani della mareggiata che ha affondato il suo yacht nel porto di Rapallo, minacciando tra l’altro la sua casa/castello di Paraggi, vicino a Portofino. Continua a leggere