Savona: appartamenti universitari fuori sede per studenti fuori sede

di Osvaldo Ambrosini.

C’è qualcosa che non torna, dopo la notizia che vuole la partecipazione del comune di Savona ad un bando ministeriale per l’aggiudicazione di un finanziamento di 2,4 milioni da destinare alla realizzazione di alloggi universitari, per un totale di 43 posti letto, sul bastione San Bernardo nella fortezza del Priamar, riconvertendo in questo modo la destinazione dell’ex ostello della gioventù. Continua a leggere

Asili: un’eredità per Savona, non per Villapiana

di Matteo Lai.

La strategia dell’attenzione della giunta Caprioglio, che la porta a comunicare compulsivamente qualsiasi avvenimento sia appena appena degno di nota, ha come contropartita un flusso di notizie incontrollabile, che può portare anche a incorrere in momenti che – ad una più attenta lettura – sono di vero imbarazzo. Continua a leggere

Bormida, non è soltanto un fiume che va al contrario

di Osvaldo Ambrosini.

Per noi savonesi, o ‘cicciolli’ come ci chiamano in Val Bormida, uno dei più frequenti sbeffeggi nei loro confronti sta proprio nel ricordargli che l’omonimo fiume, che dà il nome a tutta la vallata scorra al contrario, cioè verso nord, in direzione del Piemonte verso la Pianura Padana, per confluire prima nel Tanaro e finire nel Po, per poi dirigersi verso l’Adriatico. Continua a leggere

Savona: i dolori del giovane Massimo

di Osvaldo Ambrosini.

Anche Savona ha avuto il suo romanzo epistolare. Certo l’autore non è del livello di Goethe, ma come si dice, nel nostro piccolo ci si deve accontentare. Per molto tempo il ‘Massimo di lotta’ ha scritto e fatto pubblicare lettere dai banchi dell’opposizione, per denunciare o sollecitare l’allora amministrazione comunale di centrosinistra a gestire la cosa pubblica con maggior correttezza ed equità, schierandosi a favore dei più deboli, dalla parte della tutela territorio e paladino della buona gestione delle società partecipate. Una sorta di Peter Pan post-moderno. Continua a leggere

Coerentemente

di Osvaldo Ambrosini.

C’è un sindaco donna (guai a dire sindaca, si arrabbia) che frequenta la politica attiva da circa un anno, e in così poco tempo è riuscita a stracciare tutti gli avversari, compresi quelli all’interno della sua coalizione. Gli stessi che dopo anni e anni di vita politica savonese, spesa per lo più all’opposizione, speravano nelle luci della ribalta in caso di vittoria. Così è la vita, bastasse l’esperienza maturata sul campo a conferire valore, in Italia avremmo probabilmente la classe politica migliore del mondo. Continua a leggere

La riscoperta di Sa(v)ona, un’isola sicura

di Billy The Kid.

C’era una volta un navigatore ligure, Cristoforo Colombo, che, partito dal Portogallo con tre caravelle, salpò nel 1492 convinto di raggiungere le coste dell’opposta parte del pianeta fino ad allora conosciuto: le Indie. Durante la navigazione scoprì invece quelle di un nuovo continente, le Americhe! Continua a leggere

Savona antifascista (non) dimentica

di Matteo Lai.

Dopo aver sfilettato il welfare comunale e averlo buttato ai gatti, la giunta ha iniziato a volte volgere il proprio sguardo su altri possibili temi da sforbiciare selvaggiamente. Continua a leggere