Genova, la Polizia Locale ringrazia

di Matteo Lai.

Genova. Esterno. Notte. Due operatori di polizia municipale vengono comandati in servizio quali ‘uomini transenna’ a sbarrare il tunnel di via Canevari. Il servizio è in straordinario e, di straordinario, ha anche la desolante inutilità e monotonia. Bisogna stare lì, fermi, ad impedire l’accesso a qualche cittadino che non si accontenti dei segnali di divieto: un servizio che richiedere la professionalità pari a quella di una barriera newjersey in cemento ma – tant’è – si continua a preferire il ‘materiale umano’ che probabilmente costa meno ed in più – se le cose vanno male – si può facilmente incolpare. Continua a leggere

Annunci

Salerno: segnaletica impossibile… ma vera

di Osvaldo Ambrosini.

Capita spesso di incontrare sulla nostra strada un certo tipo di segnaletica, orizzontale o verticale che sia, che definire stravagante sarebbe riduttivo. Spesso si tratta di evidenti errori che successivamente vengono corretti, altre volte invece, complice la mancanza di risorse economiche dell’ente proprietario della strada, siamo di fronte ad imbarazzanti adattamenti che, sebbene comprensibili, non si avvicinano minimamente a quanto previsto dal regolamento di esecuzione del Codice della Strada. Continua a leggere

Liguria, la fuffa dell’autonomia

di Matteo Lai.

Mentre si avvicina la data in cui Lombardia e Veneto voteranno i rispettivi “referendum sull’autonomia”, tanto sbandierati quanto di scarsa efficacia reale, anche la vicepresidente della Liguria, Sonia Viale, sembra farsi prendere dall’invidia ed annuncia (su Facebook): “#Referendum per l’autonomia delle Regioni: dopo Lombardia e Veneto anche la #Liguria deve iniziare il cammino per avere più poteri dal Governo centrale”. Continua a leggere

Polizia Locale: la riforma (non) s’ha da fare

di Matteo Lai.

L’allarme terrorismo sposta i riflettori anche sulle nostre forze di polizia. Un mondo spesso eterogeneo dove – al netto delle reali e varie eccellenze – molti, se non tutti, sono chiamati a fare tutto, senza una reale suddivisione dei compiti, con sovrapposizioni e doppioni. Continua a leggere

Decreto sicurezza, imparare da Loano

di Osvaldo Ambrosini.

Il mese appena trascorso lo ricorderemo principalmente per l’applicazione, quantomeno discutibile, del decreto sicurezza (Minniti) in occasione delle notti bianche savonesi che hanno messo a nudo la totale disorganizzazione del capoluogo. Dopo la prima serata in cui i commercianti hanno sacrificato sull’altare della sicurezza le auto private, si è pensato di far meglio in quelle successive sacrificando direttamente gli operatori della polizia municipale. Continua a leggere

Savona: un’altra notte da vigile

di Osvaldo Ambrosini.

Non è la prima volta che l’assessore alla sicurezza si improvvisa operatore di polizia municipale palesando, non si sa se con dolo o colpa, un’estrema confusione tra la delega alla Polizia Locale e il ruolo strettamente operativo riservato a chi una divisa la indossa per davvero (vi ricordate la storia di Termosman?) Continua a leggere

Notti bianche savonesi, la polizia ringrazia 

di Osvaldo Ambrosini.

Tutti conosciamo le peripezie affrontate dall’amministrazione comunale per garantire anche quest’anno le notti bianche nei Giovedi di luglio a Savona. Il decreto Minniti, che prevede misure di sicurezza ferree contro possibili tumulti di piazza e attentati, impone che – ovunque vi sia una manifestazione pubblica che potenzialmente possa richiamare un elevato numero di persone – sia necessario adottare alcune precauzioni imprescindibili, la cui mancanza fa venire meno le autorizzazioni per lo svolgimento della manifestazione stessa. Continua a leggere