Decreto sicurezza, imparare da Loano

di Osvaldo Ambrosini.

Il mese appena trascorso lo ricorderemo principalmente per l’applicazione, quantomeno discutibile, del decreto sicurezza (Minniti) in occasione delle notti bianche savonesi che hanno messo a nudo la totale disorganizzazione del capoluogo. Dopo la prima serata in cui i commercianti hanno sacrificato sull’altare della sicurezza le auto private, si è pensato di far meglio in quelle successive sacrificando direttamente gli operatori della polizia municipale. Continua a leggere

Polizia francese – polizia italiana, possibili analogie?

di Osvaldo Ambrosini.

La polizia francese sta attraversando un momento molto difficile, le recenti polemiche sfociate in una feroce guerriglia urbana nell’hinterland parigino, in seguito all’esecrabile episodio di violenza commesso da quattro poliziotti nei confronti di un ragazzo francese di colore, hanno messo a nudo tutte le debolezze del sistema francese. Continua a leggere

Piazza del Popolo, la periferia in centro 

di Osvaldo Ambrosini.

I savonesi di una certa età possono raccontare di una piazza del Popolo non più centrale come un tempo: da quando cioè, con la scomparsa della vecchia stazione, ha smesso di rivestire quel ruolo strategico di porta della città, avuto fino agli anni ’70, nonostante oggi mantenga ancora una centralità topografica. L’aumento smisurato del traffico veicolare e l’individuazione del capolinea di molte delle linee di trasporto urbane ed extraurbane hanno definitivamente contribuito a farla scomparire dalle mete del quotidiano passeggio savonese, perché considerata, appunto, un luogo troppo caotico. Continua a leggere

Meglio un ‘Burkini’ oggi che un Salvini poliziotto domani 

di Osvaldo Ambrosini.

L’integralismo islamico genera mostri e, purtroppo, non sono soltanto i terroristi che sempre con maggior frequenza seminano morte e terrore nella nostra già malandata Europa, oltre che in molte altre parti del mondo. A rendere le cose ancor più complicate ci pensano anche quelli che invece dovrebbero pensare alla nostra sicurezza cercando, in primo luogo, di non esasperare gli animi, già abbastanza tesi, con misure inutili e discriminatorie.  Continua a leggere

Libero: tra ignoranza e malafede

di Osvaldo Ambrosini.

È vero, qualcuno dirà, ad una certa età e con un consistente peso corporeo sarebbe bene non prendere più parte a certe azioni operative in cui, con il caldo, lo sforzo fisico aumenta così come lo stress.  Continua a leggere

La memoria di Diego Turra, tra sciacalli e iene

di Osvaldo Ambrosini

Cosa c’è di peggio che morire d’infarto sul lavoro, sotto il sole d’agosto a Ventimiglia mentre si sta adempiendo al proprio dovere con una divisa addosso?  Continua a leggere

Italia: non è un Paese per sbirri 

di Matteo Lai.

Se fai il poliziotto – in Italia inteso in senso lato, nelle diverse declinazioni nazionali e locali – generalmente lo fai perché lo hai deciso, non perché ti è capitato un concorso “per caso”. Se fai il poliziotto metti in conto di prendere delle botte, degli insulti, anche di morire in servizio o per sua causa. Continua a leggere