Bormida, non è soltanto un fiume che va al contrario

di Osvaldo Ambrosini.

Per noi savonesi, o ‘cicciolli’ come ci chiamano in Val Bormida, uno dei più frequenti sbeffeggi nei loro confronti sta proprio nel ricordargli che l’omonimo fiume, che dà il nome a tutta la vallata scorra al contrario, cioè verso nord, in direzione del Piemonte verso la Pianura Padana, per confluire prima nel Tanaro e finire nel Po, per poi dirigersi verso l’Adriatico. Continua a leggere

Liguria, Hawaii d’Europa

di Matteo Lai.

Qualcuno sicuramente starà pensando al clima, altri alla vocazione (?) turistica delle due realtà, altri ancora al fatto che tanto il cinquantesimo Stato USA quanto la nostra Regione sono un po’ considerate una sorta di Disneyland turistiche, da chi li visita. Continua a leggere

Airbnb: appartamento presidenziale a Savona 

di Osvaldo Ambrosini.

Al ‘presidente silenzioso’, a due anni scarsi dalla nomina, è toccata in sorte la sventura di venire in visita a Savona. Purtroppo per lui un altro presidente, il più amato della storia repubblicana Sandro Pertini, è nato proprio a due passi dal capoluogo. La commemorazione dal 120esimo anno dalla nascita del ‘partigiano come presidente’ non poteva quindi esimere Mattarella dall’impegno istituzionale.  Continua a leggere

FN: essere ignoranti è un diritto ma c’è chi se ne approfitta

di Osvaldo Ambrosini.

Ultimamente le analogie con la Lega Nord si sprecano, l’unica differenza è che Forza Nuova ci arriva dopo e male, un po’ come il compagno di scuola meno capace che copia il compito in classe, ma con qualche errore in più. Dopo l’idea delle ‘passeggiate della sicurezza’ scopiazzata dalle ‘guardie padane’, tra l’altro a Savona messe fuori legge da un’ ordinanza prefettizia, ora è il turno dell’invenzione del ‘registro dell’accoglienza’. In poche parole soltanto una provocazione nei confronti di chi, al contrario loro, ritiene sia doveroso un impegno della città verso i migranti che a migliaia raggiungono le coste del nostro paese.  Continua a leggere

Tipica accoglienza savonese

di Osvaldo Ambrosini.

Nonostante si parli tanto della sua anima di sinistra, la nostra città non perde occasione di dimostrare il contrario. E non mi riferisco certo all’esito delle ultime amministrative, in primo luogo perché non si può definire il Pd renziano un partito di sinistra e poi perché dopo gli ultimi 10 anni di amministrazione PD, quella che si autodefinisce sinistra savonese sembra avercela messa tutta pur di sbagliare ogni scelta consegnando inevitabilmente il comune al centrodestra. Continua a leggere

Benvenuti a Savona, Provincia di Imperia

 

di Billy The Kid.

Da sempre il rapporto tra il parlamentare ed il suo territorio è una costante dei sistemi democratici. Ci sarebbe da spiegarlo alla banda “Renzi & Boschi”, dediti alla loro ingegneria genetica costituzionale che si accinge a sfigurare il Senato, ma questa è – come si suol dire – un’altra storia. Sulla base di questo principio la nostra regione, nonostante le ridotte dimensioni, ha avuto nel corso degl’anni i suoi deputati e senatori. Continua a leggere

Funerale del boss Casamonica: il vero italiano

di Matteo Lai.

Quante volte, comodamente seduti in poltrona, guardando in un film o un telefilm “made in USA” la caratterizzazione dell’italiano mafiosetto, con tradizioni pacchiane e sopra le righe, ci ha innervosito e facendoci sbottare: “Che stupidaggine! Noi non siamo così! Ma come ci vedono all’estero!” Continua a leggere