Savona saluta la Cena in bianco

di Osvaldo Ambrosini.

Tutto ebbe inizio quattro anni fa quando, in Piazza Sisto IV proprio davanti al palazzo comunale, circa 400 persone giunsero tutte vestite di bianco portandosi da casa tavoli, stoviglie e cibo già cucinato, per quello che sarebbe dovuto diventare il nuovo appuntamento cittadino di fine estate. Continua a leggere

Periferie savonesi, piccola città bastardo posto

di Matteo Lai.

Savona, come praticamente tutte le città di dimensioni simili alla sua, è sempre stata una città di quartieri, vissuti – e vivibili – come tanti piccoli paesi, con le relative rivalità e gelosie tra borgate, soprattutto se vicine. Oltre a Savona propriamente detta (Sann-a per i savonesi, ma a volte anche Savunn-a, per i genovesi e per gli autoctoni con la puzza sotto al naso), comprendeva il centro storico e quello ottocentesco. Continua a leggere

Periferie savonesi, la lenta ritirata della chiesa: casa Zaccheo parla hindi. घर जक्कई हिन्दी बोलता है

di Osvaldo Ambrosini.

Correvano gli anni ’80 e, nel pieno della urbanizzazione savonese, il quartiere Fontanassa Mongrifone viveva, un po’ come tutte le periferie delle città italiane, una profonda trasformazione. Molti orti o terreni incolti di allora hanno lasciato via via il posto a nuove abitazioni, un’edificazione, talvolta disordinata, i cui protagonisti erano spesso cooperative o in altri casi la mano pubblica dell’edilizia (ex IACP, oggi ARTE). Continua a leggere

Savona: l’insostenibile leggerezza della “cena in bianco”

di Osvaldo Ambrosini.

Notte in bianco, mangiare in bianco, andare in bianco, sono tutte espressioni che per la nostra cultura richiamano da sempre situazioni poco piacevoli. Ma i tempi cambiano e come molto spesso accade, gli specialisti del revisionismo intervengono a modificare non soltanto la narrazione di fatti storici, ma anche antiche tradizioni e il significato di alcuni modi di dire. Continua a leggere

Savona, l’ultima fiera di Santa Rita?

di Osvaldo Ambrosini.

Si è da poco svolta, come consuetudine, la tradizionale fiera di Santa Rita nell’omonimo quartiere situato al di là del Letimbro. Mentre è ancora vivo l’eco delle polemiche che hanno animato la discussione riguardo la “nuova gestione” della chiesa, inesorabile è arrivato il giorno più importante, il 22 maggio. Continua a leggere