Osiglia, il mistero della diga

di Matteo Lai.

È nel cuore della nostra provincia e nessun savonese può dire di non esserci almeno passato una volta: vuoi per un merendino, per una gita fuori porta o per semplice curiosità, visto che – seppur artificiale – è l’unico lago “nostrano”. Continua a leggere

Annunci

La Liguria di Piersilvio e quella reale

di Osvaldo Ambrosini.

In una lunga intervista su Il Secolo XIX di qualche giorno fa, il primogenito di Berlusconi ha raccontato il suo rapporto con la nostra regione e le sue impressioni all’indomani della mareggiata che ha affondato il suo yacht nel porto di Rapallo, minacciando tra l’altro la sua casa/castello di Paraggi, vicino a Portofino. Continua a leggere

Savona: chi mostrâ i dinæ mostrâ û cû

di Osvaldo Ambrosini.

Mia nonna mi diceva sempre: “ricordite, chi mostrâ i dinæ mostrâ û cû”, raccomandandosi subito dopo “nu se dixe mai in giô quanto ti gûagni”. Fortunatamente per lei se n’è andata prima che la legge sulla trasparenza imponesse, per coloro che ricoprono incarichi pubblici, l’obbligatorietà di rendere noto il proprio reddito. Continua a leggere

Questa frase non ha senso

di Matteo Lai.

Sarà perché, dopo averla vista al corteo antifascista, avevamo sperato che potesse essere esponente di una destra “normale” e non di quella schiumante odio ed urlante che siamo abituati a conoscere con Salvini e soci, ma la presa di posizione a favore del decreto sicurezza da parte della nostra prima cittadina ci ha un po’ spiazzato. Continua a leggere

Epifania savonese

di Osvaldo Ambrosini e Matteo Lai.

Savona chiude il suo 2018 senza particolari avvenimenti di cui andar fieri, tutt’altro: il tanto sospirato riscatto della città promesso in campagna elettorale dagli attuali amministratori, giunti ormai a metà mandato, non si è visto. Complice certamente il peso dei debiti ereditato ma anche una buona dose di incompetenza ammantata di presunzione. Continua a leggere

Netiquette for amministratori pubblici

di Osvaldo Ambrosini.

Accettare di rivestire un ruolo pubblico porta ad avere un certo livello di visibilità, che può variare a seconda dell’importanza dell’incarico che si ricopre. Accade così da sempre, dai tempi dell’antica Grecia. Certo prima dell’avvento della tecnologia e dei social network, eventuali incontinenze verbali restavano circoscritte ad ambiti ristretti e non godevano della risonanza mediatica dei nostri tempi. Ciò non significa che si fosse più furbi, forse semplicemente più fortunati. Continua a leggere

L’opposizione d’ufficio del PD savonese

di Osvaldo Ambrosini.

Albenga ed Alassio, sebbene siano vicinissime, sono due realtà piuttosto differenti della riviera savonese, con economie e situazioni sociali molto diverse. Continua a leggere