Savona: tanto peggio, tanto meglio

di Osvaldo Ambrosini .

Per indicare la nostra città esiste un vecchio detto in dialetto genovese, che recita più o meno cosi: “andemmu a Savunn-a quellu paise dunde i fiôri e ciamman sciôe”. Un detto per la verità un po’ datato, vuoi perché “scioe ghe n’è sempre menu”, vuoi perché a parlar dialetto sono rimasti in pochi. Continua a leggere

Annunci

Noli: tale e quale show 

di Osvaldo Ambrosini.

Ciò che accade a Noli in questi giorni fa apparire il buon vecchio Scajola un semplice dilettante, sebbene pioniere, del motto “a mia insaputa”. In fondo lui non si era soltanto reso conto che dietro il vantaggioso acquisto di un appartamento romano con vista sul Colosseo c’era un benefattore che contribuì alle spese, e non poco, facendogli effettivamente credere ad una drastica svalutazione del mattone. Continua a leggere

Savona, pedonalizzazione del centro: che barba, che noia

di Matteo Lai.

Chi si è preso la briga di leggere qualche articolo di questo blog, o addirittura seguirlo, saprà che delle decisioni amministrative dell’attuale giunta condividiamo meno della metà di niente, essendosi finora distinta per tagli e chiusure, soprattutto in ambito sociale. Continua a leggere

Liguria, la fuffa dell’autonomia

di Matteo Lai.

Mentre si avvicina la data in cui Lombardia e Veneto voteranno i rispettivi “referendum sull’autonomia”, tanto sbandierati quanto di scarsa efficacia reale, anche la vicepresidente della Liguria, Sonia Viale, sembra farsi prendere dall’invidia ed annuncia (su Facebook): “#Referendum per l’autonomia delle Regioni: dopo Lombardia e Veneto anche la #Liguria deve iniziare il cammino per avere più poteri dal Governo centrale”. Continua a leggere

Savona: quando la rivalità sconfina nell’autolesionismo

di Osvaldo Ambrosini.

Quando la Roma gioca in trasferta la curva sud, cuore del tifo giallorosso, è occupata dai tifosi laziali, stesso discorso, a curve invertite, dicasi quando la Lazio gioca fuori Roma. Accade la stessa cosa a Genova per le gradinate di Genoa e Samp quando le tifoserie, che si identificano nella nord e nella sud, sono impegnate in trasferta per seguire i propri colori. E sembrerà incredibile per qualcuno ma non succede niente di diverso neppure allo stadio Meazza di Milano, la casa delle milanesi Inter e Milan. Per anni è accaduto anche a Torino nella curva Maratona, a domeniche alterne colorata di bianconero, e la Filadelfia, poi Scirea, tinta di granata. Continua a leggere

Savona antifascista (non) dimentica

di Matteo Lai.

Dopo aver sfilettato il welfare comunale e averlo buttato ai gatti, la giunta ha iniziato a volte volgere il proprio sguardo su altri possibili temi da sforbiciare selvaggiamente. Continua a leggere

La bella Savona che se ne va 

di Matteo Lai.

Cosa distingue una graziosa cittadina da una banlieu? La cura del particolare, il saper preservare quelle piccole cose che rendono piacevole un luogo, anche nella memoria e nel ricordo, sono sicuramente caratteristiche necessarie. Eppure, più che mai in questi anni, abbiamo via via visto cancellare piccoli scorci, angoli, oppure semplici oggetti di uso pubblico, tutti però uniti dall’avere – come comune denominatore – quello di essere un qualcosa che caratterizzava, in meglio, la nostra città. Continua a leggere