Savona, città chiusa

di Matteo Lai.

Negli ultimi tempi, la risposta che il Comune di Savona ha saputo dare ogni qual volta si presentava un problema inerente la messa in sicurezza di un luogo o di un edificio di sua proprietà o competenza, è stata sempre una: la chiusura. Operazioni che, magari a costo minimo, avrebbero permesso di migliorare la vita dei cittadini, sono state accantonate: figuriamoci quelle che avrebbero potuto avere un impatto maggiore sulle casse comunali. Continua a leggere

Savona: i costi sociali dei soccorsi in mare

di Osvaldo Ambrosini.

La giornata di giovedi scorso difficilmente potrà essere dimenticata, per via della forte libecciata che ha colpito tutta la costa rendendo proibitive le condizioni del mare sia per chi di mestiere naviga, sia per chi di mestiere lavora sulle spiagge. Continua a leggere

Savona, asili nido: un giorno triste

di Matteo Lai.

Venerdì 30 giugno 2017: un giorno triste per Savona e per i suoi cittadini. In questa data, infatti, si è chiusa l’esperienza dell’asilo nido “La Giostra” di via San Lorenzo. Un asilo comunale, al servizio di un quartiere popolosissimo: dopo anni di espansione di questo settore, per la prima volta un’Amministrazione comunale decide di dare una severa sforbiciata a un importante servizio alle famiglie. Continua a leggere

Villapiana: la musica è finita 

Ci sono alcuni gioielli Liberty che ogni buon savonese conosce: il Palazzo dei Pavoni o il Palazzo Delle Piane, volgarmente conosciuto come “delle palle” sono nell’immaginario collettivo di ogni cittadino. Ci sono poi palazzi dello stesso stile che non tutti conoscono: per esempio il Palazzo dei Gatti. Ci sono infine perle dell’art déco che solo pochi saprebbero indicare: una di quelle queste è Palazzo Verdi, posto all’ingresso dell’omonima via. Continua a leggere

I disgraziati giardini di via Verdi

di Matteo Lai.

C’è un angolo di verde savonese che sembra toccato dalla malasorte. Parliamo dei giardini di via Verdi, piccolo polmone in un quartiere densamente edificato quale è Villapiana. Ampliati ed ammodernati in seguito allo spostamento della fabbrica Magrini Galileo in Val Bormida – grazie agli oneri di urbanizzazione conseguimenti all’edificazione dell’area – circondano ora quasi completamente le scuole elementari Mazzini, in tempi più oscuri già dedicate alla madre del duce, Rosa Maltoni. Continua a leggere

Asili: un’eredità per Savona, non per Villapiana

di Matteo Lai.

La strategia dell’attenzione della giunta Caprioglio, che la porta a comunicare compulsivamente qualsiasi avvenimento sia appena appena degno di nota, ha come contropartita un flusso di notizie incontrollabile, che può portare anche a incorrere in momenti che – ad una più attenta lettura – sono di vero imbarazzo. Continua a leggere

Via Mignone, barriere architettoniche come se piovesse

di Matteo Lai.

Ormai da qualche anno si parla di abbattimento delle barriere architettoniche e mobilità sostenibile. Un abbinamento che dovrebbe portare a favorire non solo gli spostamenti col mezzo pubblico, ma anche quelli pedonali. Tuttavia, in un momento in cui l’azienda di trasporto pubblico sta per subire dei tagli – che sicuramente si riverseranno anche sul numero delle corse e sui collegamenti delle varie zone – una zona della città rischia di pagare un dazio pesante. Si tratta della zone di via Mignone e della Rusca, un’area dove vivono circa tremila savonesi. Continua a leggere