Un paese fantasma alle porte di Savona

Quanti di noi hanno fantasticato, da bambini, sulle “città fantasma” del vecchio West? Eppure magari non in molti sanno che, proprio a pochi chilometri dal centro di Savona, esiste un paese abbandonato. Si tratta di Cà di Ferrè, nella zona di Naso di Gatto.

b16c88d5154bac12c1e53499089cf1a1Il paesino si compone di alcune case e di una chiesetta in pietra, dedicata a Santa Maria Maddalena ed aperta al culto nel 1789. Il piccolo edificio religioso fino a poco tempo fa era preservato dai vandali grazie a una porta a doppio battente e a un catenaccio. Divelte queste difese, però, lo scempio è cominciato: ora si trova in una condizione desolante, non imputabile al tempo che passa ma unicamente alla stupidità umana.

Tra l’altro la chiesetta è uno dei due edifici in mano pubblica presenti nel borgo, di proprietà delle Opere Sociali ma concessa in comodato all’ente ecclesiastico a cui, ai sensi del codice civile, competerebbe la manutenzione: essendo chiusa al culto, però, non sembrano prevedibili interventi di conservazione. L’altra costruzione delle Opere Sociali sono le ex scuole elementari, anch’esse da tempo abbandonate e poste in vendita – l’annuncio campeggia tutt’ora sulla pagina web dell’ente – senza però trovare un acquirente, viste anche le condizioni in cui versa, non dissimilmente dalle case vicine, di proprietà privata.

f94d2f9737b7372b1d143fd10ca5f62fLa colonizzazione della zona è di vecchia data. Le prime tracce dell’insediamento di Naso di Gatto risalgono al 1516, mentre a Cà di Ferrè risulta la presenza di cascine anteriormente al 1723. Pochi gli abitanti: il picco di residenti attorno alla chiesetta si ha nel 1873, con 25, poi una lenta discesa: 17 nel 1951, 10 nel 1961, 5 nel 1971, 4 dieci anni dopo. Ora l’unico essere vivente presente tra le case è una capretta, che osserva scampanellando le poche persone che si avventurano tra le vecchie case.

9e58369015e555e6642b5a369b0df765 d2fc2e80f6d871834656566606bf13db

03eeab30d4922d64cbaffac538fa568f e164ae8d9eeda83f03b2ed037dda38a7

f688c479c4e204692950c583a97377b7 6dc9910a6316ed555ff0d3894271ecf7

9f8947114de33f15e6184bc50a0b42df  38d47f24740251968c816354b1e4aa27

8cf62a85e385670e42d6ffabf390ca26  f3b08a555d10673889ac3f63d7db5c51

9c0132d7cd4c849af340ecb781f22694  34455af54c230d962232369b1e26e2c3

c14caf96915471e2db1580b71dcdf3af  f94d2f9737b7372b1d143fd10ca5f62f

82d986488e15e82dad19cb952a8ae394A008

A007  A006

A005 A004

Annunci

3 thoughts on “Un paese fantasma alle porte di Savona

  1. Pingback: Savona solo cose belle: dettiamo la linea ai media savonesi? | campionari di parole e umori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...