Albissola, sere nere

Quanto accaduto nel pub di Albissola il 26 gennaio scorso (Birreria Pub n.7 di corso Bigliati) fa rabbrividire, non tanto per l’esibizione in sé ma per la normalità con cui la serata è stata resa pubblica sul canale youtube dall’associazione neofascista milanese Lorien, che ha messo online la penosa performance del gruppo Feanor, durata quasi due ore e mezza. Continua a leggere

Anni ‘90

Come ogni generazione che si rispetti, anche alla nostra tocca il compito di celebrare come “favoloso” il decennio della nostra adolescenza o giovinezza. Ai più fortunati sono toccati gli anni ‘60 e ‘70, a quelli che se la sono cavata gli anni ‘80, a noi questi dieci anni bislacchi.
Continua a leggere

Emilia Romagna,Toti: male la prima

Da liguri non possiamo nascondere l’interesse che ha destato in noi la tornata elettorale in Emilia Romagna che, oltre alla sfida tra i due candidati principali – Borgonzoni e Bonaccini – vedeva l’esordio alle urne del partito di Toti, presidente della regione Liguria uscito recentemente da Forza Italia non senza polemiche. Continua a leggere

Emilia Romagna, laboratorio della Terza Repubblica

Dal voto Emiliano-Romagnolo emergono con chiarezza alcuni elementi da non sottovalutare. Indizi, se non prove, di un quadro politico nuovo, anzi, nuovissimo, a cui ci dovremo abituare. Continua a leggere

Sanremo, il tribunale di Imperia smentisce quello della piazza

Sono tre gli sport nazionali più praticati di sempre: l’allenatore di calcio, ne contiamo circa 60 milioni ad ogni partita della nazionale, il tiro al poliziotto (o più in generale alla divisa) ogni qual volta vengano presi in fallo per qualunque motivo, e il tiro al dipendente pubblico, come se il posto fisso fosse stato riservato dagli dei solo a pochi eletti. Continua a leggere

Quasi un secolo

Mentre si ricorda il latitante Bettino Craxi, con un’operazione storica tanto cara di questi tempi, ovvero l’inversione della realtà storica (e l’appena defunto Pansa fu un campione nella mistificazione della narrazione resistenziale, suffragando le peggiori menzogne criptofasciste), pare essere passato in sordina l’anniversario della scissione di Livorno, da cui nacque il Partito Comunista d’Italia, sezione dell’Internazionale Comunista, nome che il PCI conservò fino al 1943. Continua a leggere