Prodi sull’Europa

di Osvaldo Ambrosini.

Proprio l’altra sera sul LA7, nel programma diretto da Gianluigi Paragone e Francesca Barra, “In Onda” l’ospite Romano Prodi spiegava il suo punto di vista riguardo le cause che hanno portato a questa Europa tedesco-centrica. In poche parole, sostiene il Professore, il peccato originale è stato: Continua a leggere

Tirreno Power: “Colpa d’Alfredo!”

di Osvaldo Ambrosini.

Il più “grande” premier che la sinistra Italiana potrà mai ricordare, Renzi, è anche l’autore della più grande riforma di “sinistra” del mondo del lavoro nel nostro paese. Dove non erano arrivati i vari Treu, Biagi, Fornero e Poletti, c’è riuscito il Matteo fiorentino che fa felici in un colpo solo Confindustria, la Merkel e la Troika, scontentando i sindacati e la quasi totalità dei lavoratori. Continua a leggere

Colle di Cadibona: il nostro “punto” debole

di Matteo Lai.

Il punto più a ovest d’Europa, il punto più a sud d’Italia, il punto più a nord del continente, il circolo polare artico, Capo Nord, il punto più a sud del continente americano, eccetera, eccetera, eccetera. E i turisti accorrono. Frotte di persone (tra cui il sottoscritto), in pullman, in auto o a piedi, non aspettano altro che di farsi fotografare (e di fotografare) queste strambe latitudini e longitudini, sentendosi dei novelli Cristoforo Colombo low cost. Continua a leggere

Altare, sul viadotto il M5S (non) va veloce

di Matteo Lai.

Sicuramente ci sono temi che, senza la presenza del Movimento 5 Stelle, non sarebbero stati portati all’attenzione dell’agenda politica, restando a livello di “mugugno” popolare. Altrettanto sicuramente il M5S rischia di trasformarsi nella versione 2.0 dell’Uomo Qualunque, dando voce a “malpancismi” di ogni sorta.  Continua a leggere

Carlo Giuliani: fermate quella raccolta firme!

di Osvaldo Ambrosini.

Sono passati quasi tre lustri da quel maledetto G8 genovese, regalo dell’ultimo governo D’Alema alla città di Genova. Purtroppo sappiamo tutti come sono andate, o meglio degenerate, le cose: tra i cortei autorizzati fino alle porte della “zona rossa”, i manifestanti pacifici e quelli meno, i black bloc – risultati più imprendibili di Vallanzasca -, la sospensione della democrazia nella scuola Diaz e nella caserma di Bolzaneto. Continua a leggere

La Lega di Salvini: il partito nuovo

di Matteo Lai.

Fu Togliatti il primo a teorizzare la trasformazione del Pci da partito meramente rivoluzionario e d’elite a partito di massa, inserito nelle istituzioni e nel processo legislativo e democratico. Per quella svolta coniò il termine di “partito nuovo”, dando così il segno plastico di un’organizzazione che si discostava da quella di Bordiga e Gramsci.

Continua a leggere

Ognuno porta la propria Crocetta

di Matteo Lai.

Delle intercettazioni che non si trovano, un addetto stampa cacciato e un partito di maggioranza relativa che non sa come sbarazzarsi di un presidente regionale. Questi sono gli ingredienti della brutta storia che vede coinvolti il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, Lucia Borsellino, ex assessore e figlia del magistrato ucciso dalla mafia, e il medico personale del governatore siciliano, Matteo Tutino, ex primario di chirurgia maxillo-facciale all’ospedale Villa Sofia di Palermo ora indagato per truffa ai danni dello Stato. Continua a leggere