La Liberazione dentro ad una divisa 

di Matteo Lai.

Come tutti i lavori, anche il mio, a volte, pesa. In particolare – personalmente – mi pesa prestar servizio nelle celebrazioni per la Festa della Liberazione, ma proprio da morire. Cerchiamo di sgombrare subito il campo da equivoci: non è che abbia qualche pregiudizio, anzi, tutt’altro. Continua a leggere

Polizia locale, bastardi senza gloria

di Matteo Lai.

La polizia municipale, o locale, svolge un compito misconosciuto e pure importantissimo nelle nostre città. Non solo – ormai in maniera conclamata – concorre al mantenimento della sicurezza insieme alle forze di polizia dello Stato, mettendo una ‘pezza’ alle molte falle provocate dai troppi tagli dei governi che si sono succeduti, ma prosegue a svolgere quei compiti che erano propri dei vecchi vigili urbani. Continua a leggere

Polizia francese – polizia italiana, possibili analogie?

di Osvaldo Ambrosini.

La polizia francese sta attraversando un momento molto difficile, le recenti polemiche sfociate in una feroce guerriglia urbana nell’hinterland parigino, in seguito all’esecrabile episodio di violenza commesso da quattro poliziotti nei confronti di un ragazzo francese di colore, hanno messo a nudo tutte le debolezze del sistema francese. Continua a leggere

Le forze di Polizia sbarcano a Sanremo. Tranne una…

di Osvaldo Ambrosini.

La 67esima edizione del festival della canzone italiana si è conclusa con una bella novità. Probabilmente per la prima volta nessuno, prima dell’inizio della chermes canora, avrebbe pronosticato un Gabbani qualunque sul gradino più alto del podio e soprattutto con una canzone così distsntr dai classici schemi della melodia nazional popolare, tipici del festival dei fiori. Continua a leggere

Cairo Montenotte: il razzismo e i suoi anticorpi

di Osvaldo Ambrosini.

Ognuno si diverte come può, magari in cerca di un briciolo di notorietà. Succede così che un fascistello cairese si sollazzi, per festeggiare il proprio compleanno, devastando gli spogliatoi del locale stadio (su cui addirittura rivendica una sorta di primogenitura, essendo dedicato al padre, ucciso in un efferato fatto di cronaca), la cui “colpa” sarebbe quella di ospitare una squadra di immigrati, responsabili non solo di divertirsi ma – dice lui – di sfoggiare scarpe e maglie “griffate”. Continua a leggere

Velox, Provincia di Savona: facciamo all’italiana

di Osvaldo Ambrosini.

Alla fine i più felici, oltre agli automobilisti multati, saranno gli appartenenti – o meglio gli ex appartenenti – al corpo della Polizia Provinciale, sciolto quasi all’indomani del declassamento dell’Ente da primo a secondo livello, uno dei pochissimi casi, per ora, nel nostro Paese. Continua a leggere

Piazza del Popolo, la periferia in centro 

di Osvaldo Ambrosini.

I savonesi di una certa età possono raccontare di una piazza del Popolo non più centrale come un tempo: da quando cioè, con la scomparsa della vecchia stazione, ha smesso di rivestire quel ruolo strategico di porta della città, avuto fino agli anni ’70, nonostante oggi mantenga ancora una centralità topografica. L’aumento smisurato del traffico veicolare e l’individuazione del capolinea di molte delle linee di trasporto urbane ed extraurbane hanno definitivamente contribuito a farla scomparire dalle mete del quotidiano passeggio savonese, perché considerata, appunto, un luogo troppo caotico. Continua a leggere