Cari savonesi criticoni, ma non vi va mai bene niente?

di Osvaldo Ambrosini.

In principio fu la centrale Enel, negli anni Settanta, rigorosamente a carbone. In quel caso per svegliare le coscienze collettive ci sono voluti almeno 20 anni, poi passati altri 20 e, quando era già diventata Tirreno Power, avete parlato di inquinamento, ma dove? Insomma avete rotto tanto che la magistratura l’ha fatta chiudere. Continua a leggere

Annunci

Chi salverà Savona dal suo porto?

di Matteo Lai.

Savona difende il suo porto. Questo era lo slogan diffuso dai vertici di amministrazione comunale e autorità portuale qualche tempo fa. Oggi, apprendendo della notizia della possibile creazione di un deposito di bitume liquido, viene da chiedersi: chi difende Savona dal porto? Continua a leggere

Palazzo Santa Chiara, peggiorare si può

di Billy the Kid.

Pensavamo che con l’asfaltatura del cortile di Palazzo Santa Chiara si fosse toccato il fondo. Illusi. Esistevano margini di peggioramento. Per esempio tracciare degli stalli di sosta spacciandoli per opera d’arte. Continua a leggere

Torretta di Savona, tra simboli e rinascita

Sono 10 le principali torri di Savona, o almeno quelle situate nel centro della città. Della maggior parte di queste molti savonesi non sanno nulla, o quasi. Se escludiamo le due più note, quanti di noi conoscono ad esempio i nomi delle torri adiacenti alla più famosa “Campanassa”? Sono le torri Corsi e Riario (detta anche Guarnero o degli Scolopi) e, sebbene non siano visitabili, anche loro hanno subito l’umiliazione di essere state mozzate dai genovesi nel 1552, a circa la metà della loro altezza originaria. Continua a leggere

E continuavano a chiamarla “L’Unità”

di Osvaldo Ambrosini.

Il 30 giugno ritroveremo in edicola lo storico quotidiano fondato da Antonio Gramsci, L’Unità, assente ormai da quasi un anno, l’ultimo numero risale al 31 luglio 2014. Una buona notizia per il mondo dell’editoria, in una crisi che appare irreversibile, e per il pluralismo dell’informazione, oggi più che mai bisognoso di voci alternative. Continua a leggere

Se Atene piange, l’Europa non ride.

di Matteo Lai.

Anche i più convinti europeisti, come il sottoscritto, devono rendersi conto che l’attuale Ue è solo una diversa definizione di Grande Germania. Un sistema che vede ruotare intorno a Berlino tutti gli altri Paesi europei, in una dipendenza quasi coloniale, più o meno accentuata. Continua a leggere

Family day: benvenuto, medioevo!

di Matteo Lai. 

Sebbene nessuno ne sentisse la mancanza, è tornato il Family day, manifestazione talmente retriva e bigotta che lascerebbe interdetto persino un inquisitore della Spagna della Reconquista. Un congruo numero di persone si è presa la briga di convergere a Roma, per manifestare contro i diritti di altre persone. Continua a leggere