Se ci fosse Berlusconi

di Matteo Lai.

La trasferta americana per vedere la finalissima Pennetta vs Vinci, l’aereo presidenziale da mille e una notte, l’attacco ai lavoratori che esercitano un loro diritto (l’assemblea sindacale), senza dimenticare l’aberrante jobs act, la volontà di trasformare il Senato in una camera dei trombati ripescati, la controriforma della pubblica amministrazione, l’arroganza nella gestione dei rapporti con le opposizioni (anche interne) e molto altro ancora. Questo è stato finora, in sintesi, il governo Renzi. Continua a leggere

Papa Francesco testimonial di Marchionne

di Osvaldo Ambrosini.

Un antico refrain recita testualmente “la pubblicità è l’anima del commercio”, lo sanno bene i responsabili della comunicazione e del marketing di tutte le aziende del mondo, dalle più piccole ai grandi colossi. Per questo motivo un nuovo prodotto lanciato sul mercato ha da sempre bisogno della pubblicità giusta, del volto giusto o, meglio ancora, del vip giusto che renda vincente il messaggio promozionale. L’obiettivo è quindi duplice: far parlare il pubblico del nuovo prodotto, associandolo spesso ad un ritornello, e dare lustro e ritorno di immagine al personaggio che appare nello spot. Continua a leggere

IPS e Comune di Savona. L’asino va dove lo mena il padrone

di Osvaldo Ambrosini.

Un vecchio detto ci ricorda di come l’asino, famoso per la sua testardaggine, sia solito obbedire agli ordini del padrone. Questo genere di accondiscendenza gli è costata nel tempo l’ingiusta fama di avere scarsa intelligenza. Al contrario il somaro, oltre ad essere un gran lavoratore, è sempre stato utile all’uomo specialmente nel compiere lavori faticosi proprio grazie alla sua fedeltà. Continua a leggere

Alice in wonderland

di Matteo Lai.

“Alice guarda i gatti e i gatti guardano nel sole / mentre il mondo sta girando senza fretta”. Così cantava De Gregori nel 1973 in “Alice”. E come l’omonima protagonista della canzone, anche Alice Salvatore sembra non sapere quali siano le ripercussioni di una scelta compiuta dal Movimento 5 Stelle in Regione Liguria, che rischia di cancellare anni di battaglie contro la cosiddetta “casta”. Continua a leggere

Giocare d’acchito con le navi

di Osvaldo Ambrosini.

 

Il provvedimento della Capitaneria di Porto savonese che impone alle navi Costa l‘attracco in porto, condizioni marine permettendo, di prua e non di poppa, è quanto meno discutibile. Continua a leggere

Palazzo Santa Chiara: come facevamo prima?

di Matteo Lai.

Un tempo c’era il Tribunale, poi la Questura, poi – per lungo tempo – il nulla. Ora il nulla c’è ancora, ma hanno riaperto il cortile. Bello lucido di asfalto nero, è stato presentato come un importantissimo asse di collegamento pedonale tra via Pia e piazza del Vescovado. E come ogni bretella che si rispetti, poteva mancare, dopo l’asfalto, la segnaletica? Ovviamente no. Ed eccola infatti apparire, spacciata come arte d’avanguardia. Continua a leggere

Carisa: la mia banca non è più differente

di Matteo Lai.

C’erano una volta le code in banca, seconde solo a quelle in posta. Chi doveva prelevare, versare, fare un bonifico o compiere qualsiasi altra operazione doveva per forza recarsi allo sportello. Sono poi venuti i bancomat, che in pochi minuti – ventiquattr’ore al giorno – permettevano (e permettono) di ritirare contante. Col passare del tempo sono poi arrivati e si sono diffusi pagamenti elettronici, home banking e chi più ne ha più ne metta. Continua a leggere