Sanità, si scrive Liguria ma si legge Lombardia 

di Matteo Lai.

Qualsiasi ligure traviato dalla super efficienza che si respira all’ombra della Madonnina (oltre allo smog), vi dirà che se il viaggio tra Genova e Milano dura circa un’ora e mezza, in realtà sembra di fare un balzo in avanti di circa 10 anni. A ciò, ogni ligure-ligure risponderà con sfottò e sberleffi sui “bauscia”. Continua a leggere

Annunci

Izzo, il Genoa, la Gazzetta dello Sport… e Gasperini

di Osvaldo Ambrosini

Per ricordarsi un titolo sulla prima pagina del più noto quotidiano sportivo italiano, che abbia riguardato una qualunque impresa sportiva del Genoa, sarebbe necessario richiedere alla nostra memoria un sforzo non indifferente. Il motivo è evidentemente duplice: in primo luogo la “Rosa” difficilmente tende a dedicare spazio a squadre che non appartengano alla ristretta cerchia del calcio milanese o torinese, sponda bianconera; inoltre le imprese del nostro amato Grifone raramente rientrano nella categoria di quelle memorabili. Continua a leggere

Amministrative savonesi: santi…ni che pagano il mio pranzo non ce n’è

di Osvaldo Ambrosini.

Le elezioni amministrative hanno un pregio rispetto a tutte le altre competizioni elettorali: è proprio in queste occasioni in cui si registra, statisticamente, la diffusione del più alto numero dei così detti ‘santini’.  Continua a leggere

L’8 settembre dell’ANPI

di Osvaldo Ambrosini.

La discussione sulla riforma costituzionale raggiunge in queste ore livelli di scontro insopportabili. Dopo la simpatica battuta della riformista e madre costituente Maria Elena Boschi, per la quale “chi vota no al referendum vota come Casapuond”, e la reazione indignata dell’Anpi sull’inaccettabile paragone, si sperava caldamente che le ragioni del “SÌ” avessero toccato il fondo del cattivo gusto. Continua a leggere

Comandante Diavolo: perché “si”?

di Matteo Lai.

Ci sono giornate in cui il mondo ti casca addosso. Come quanto leggi che il comandante partigiano “Diavolo”, al secolo Germano Nicolini, gagliardo 97enne di Correggio, dichiara il proprio “sì” al referendum prossimo venturo sulla riforma costituzionale – fieramente avversata, invece dall’ANPI, l’associazione dei partigiani, per questo presa di mira dal ministro Boschi – e per buon peso aggiunge: Dite che la mia scelta sia anche indotta dall’avvenenza del ministro Boschi? Beh, c’è della verità…”. Continua a leggere

Sulla pasta col tonno non ci va il parmigiano

di Matteo Lai.

Questo è quanto ognuno di noi esclamerebbe. Forse. Eppure non molto distante da noi, a pochi chilometri dalla costa, oltre lo spartiacque appenninico è ancora più su, nel basso Piemonte, questo concetto non pare così pacifico per tutti. Capita, infatti, di poter assistere a generose dosi di formaggio grattugiato su spaghetti e maccheroni conditi con questo tipo di sugo. La motivazione è sempre quella di “rinforzare” il sapore non proprio deciso del pesce, spesso definito anche come “pesce scatoletta”. Continua a leggere

Non santifichiamo Pannella

di Matteo Lai.

Un detto savonese dice che, una volta nella vita, tutti quanti siamo universalmente riconosciuti come belli e come bravi, ossia quando si nasce e quando si muore. Ogni volta che un personaggio famoso o noto passa a miglior vita, si ha una ubriacatura mediatica che azzera i difetti dello stesso, non rendendo un buon servizio – a modesto avviso dello scrivente – alla memoria del defunto. Continua a leggere