La fattoria ligure dei cinque stelle

di Osvaldo Ambrosini.

Questa volta che, in occasione delle amministrative genovesi, il M5s avrebbe avuto la reale possibilità di vincere e contemporaneamente piantare la prima bandierina in una amministrazione comunale ligure, il suo capo (nonché depositario del blog a sua insaputa) ha deciso di non voler vincere. Continua a leggere

Elezioni provinciali savonesi, la pelle dell’orso

di Matteo Lai.

Quando, nel 2014, si decise di soffocare lentamente le Province, si fece un’operazione molto semplice: quella di vendere la pelle dell’orso prima di averla ucciso. Si tagliarono i trasferimenti senza diminuire le funzioni delegate, si fecero smobilitare i dipendenti e si cancellò l’elezione diretta di consiglieri e presidente. Continua a leggere

Il “no” che ha perso 

di Matteo Lai.

Pensierino post voto. Personalmente ritengo di aver perso, pur votando no. Ho perso perché il mio ‘no’ era cosciente ed informato, ben diverso dal ‘no’ in funzione unicamente anti renzista di Salvini, Grillo, Meloni e Brunetta. Continua a leggere

Eroe del giorno: la matita copiativa

di Matteo Lai.
Avrò avuto circa nove o dieci anni e, in occasione di non so più quale tornata elettorale, mi stupii perché gli elettori usavano matite anziché penne. Mia nonna, prendendomi affettuosamente in giro, mi spiegò che le matite utilizzate erano “copiative”, ovvero non cancellabili perché costruite con un particolare mix di grafite e altri materiali. Da allora non ho più sentito la necessità di interessarmi della vicenda, considerato esaurita la questione.

Continua a leggere

Referendum costituzionale, un po’ come Natale

di Matteo Lai.

Finalmente domenica si voterà. Questo referendum, con una campagna elettorale ed una precampagna elettorale entrambe sfinenti, è stato un po’ come il Natale: non vediamo l’ora che arrivi ma, quando giunge, ne abbiamo già le balle piene. Continua a leggere

Referendum costituzionale: ma diamo i numeri?

di Osvaldo Ambrosini.

Domenica 4 dicembre sarà la 22esima occasione in cui il popolo italiano, dopo la storica scelta tra monarchia o repubblica nel lontano 1946, sarà nuovamente chiamato alle urne per un referendum popolare. Per la precisione nelle precedenti 21 circostanze sono stati sottoposti agli italiani un totale di 71 quesiti: in molti casi in una sola tornata venivano sottoposte ai cittadini più questioni, anche molto complesse e “tecniche”. Continua a leggere

Salviamo il soffitto di cristallo

di Matteo Lai.

“Anche se non abbiamo ancora sfondato il più alto e il più duro soffitto di cristallo, so che un giorno qualcuna lo farà, e spero sarà più presto di quanto si creda”. Così Hillary Clinton ha chiosato, commentando la sconfitta patita contro Donald Trump, rinfacciando all’America profonda di essere stata in grado di accettare un presidente afroamericano ma non una donna “comandante in capo”. Continua a leggere