La Sinistra savonese riparta dai canali Telegram ironici…

di Osvaldo Ambrosini.

Da un po’ di tempo telegram ‘spopola’ tra i savonesi. Una delle poche novità positive portate da questa amministrazione, bisogna darne atto, è stato l’utilizzo di una piattaforma social in stile whatsapp ma senza dubbio più evoluta. Continua a leggere

Savona: paint it black

di Matteo Lai.

Savona, ahinoi, ultimamente è salita alle cronache nazionali per motivi non proprio gloriosi. Ha aperto le danze il sindaco di Pontinvrea, Camiciottoli, con le belle dichiarazioni contro l’allora presidenze della Camera Boldrini. Una querelle che si è protratta processualmente fino a poco tempo fa, vedendolo condannato. Continua a leggere

Consigliera Saccone: presente!

di Osvaldo Ambrosini.

Alzi la mano chi in città non si è stupito nemmeno un po’ dell’ennesimo post in chiave fascista della consigliera comunale Saccone? La domanda è obbligatoria, perché a giudicare dalle dichiarazioni di queste ore temo di essere l’unico. Continua a leggere

C.S.I. Savona

di Osvaldo Ambrosini.

Che Savona non sia una piccola Miami, non ce ne voglia il presidente della regione Toti, non ci vuole molto a capirlo, non sarebbe difficile neppure per un turista sbarcato improvvisamente da una nave Costa, figurarsi per noi Savonesi che qui ci siamo nati. Continua a leggere

Sindaco Frascherelli, aiutiamolo a casa sua

di Osvaldo Ambrosini.

È cronaca di questi giorni il rinvio alla commissione consigliare del dibattito sulla decisione di revocare la cittadinanza onoraria a Mussolini, presentata in consiglio comunale di Finale Ligure, una cittadinanza che resiste dal lontano 1927. Continua a leggere

Scritte storiche, a ciascuno il suo

di Matteo Lai.

Dopo la cancellazione della scritta ‘Vota Garibaldi’, avvenuta nel quartiere romano della Garbatella ad opera di uno sprovveduto operatore ecologico, ad eccezione dei benaltristi da tastiera e di altri simili personaggi di irrilevante spessore culturale, diversi savonesi avranno aguzzato la vista per scorgere, su qualche muro più malandato, qualche graffito pre bomboletta. Continua a leggere

A Cairo solo un episodio isolato

di Osvaldo Ambrosini.

Le presunte (mica tanto) offese a sfondo razzista ad un ragazzo di colore di una squadra delle giovanili del Priamar sul campo della Cairese, sebbene rappresentino un bruttissimo episodio, non possono e non devono portare alla facile associazione che i tifosi della squadra locale, o peggio tutti i cairesi, siano razzisti. Continua a leggere