Non escludo il ritorno

di Osvaldo Ambrosini.

Nel giorno in cui a far visita alla malandata città di Savona è stato il turno del sottosegretario del Ministero dell’Interno, Stefano Candiani in quota Lega, la vera notizia è rappresentata dall’avvento dell’ancora assessore in pectore alla sicurezza, da ormai non pochi mesi eletto al Senato della Repubblica, Paolo Ripamonti. Continua a leggere

Annunci

Buona camicia a tutti

di Osvaldo Ambrosini.

Parafrasando un famoso spot di Maurizio Costanzo, non possiamo esimerci dall’esprimere un giudizio di condanna morale nei confronti di un sindaco di un piccolo comune dell’enteoterra savonese, Pontinvrea, giunto al suo secondo mandato (consecutivo) in quota Lega, con trascorsi in Alleanza Nazionale e Fratelli d’Italia, Matteo Camiciottoli, di professione cuoco nel ristorante di famiglia. Continua a leggere

Il ministro del Lussemburgo sbaglia

di Osvaldo Ambrosini.

Il ministro degli esteri lussemburghese, Asselborn, a Vienna durante una conferenza europea, ha avuto un confronto ‘franco e cordiale’ con il nostro ministro Salvini. Continua a leggere

Scudi umani

di Osvaldo Ambrosini.

L’undici marzo del 2013, politicamente un paio di ere geologiche fa, in occasione dell’ennesima indagine della procura milanese nei confronti dell’allora leader del centrodestra Silvio Berlusconi, buona parte dei parlamentari del PDL, sfinita da quella che veniva vissuta come una persecuzione giudiziaria, organizzò una marcia silenziosa da corso Venezia fino a raggiungere il palazzo della giustizia milanese disponendosi sulla scalinata in segno di protesta contro la magistratura. Continua a leggere

Corso Tardy e Benech: tra agonia e danari pubblici mal spesi

di Osvaldo Ambrosini.

Tra il mese di agosto e quello di ottobre dello scorso anno, l’imminente crollo contemporaneo di 59 pini marittimi di corso Tardy e Benech impose all’amministrazione savonese una drastica decisione: Continua a leggere

Assessore, aspirante botanico, prestato alla politica

di Osvaldo Ambrosini.

Tutto ebbe inizio nel 2016, quando la scelta del periodo migliore per pulire l’alveo dei torrenti comunali fu la fine del mese di agosto, momento ideale perché immediatamente precedente alle piogge di settembrine che, oltre ad annunciare la fine dell’estate, sanno rivelarsi spesso disastrose (alluvione del 22 settembre 1992 docet). Continua a leggere

Matteo va alla guerra

di Matteo Lai.

Come le storie d’amore 2.0, tutto era iniziato con un galeotto “like” sotto a un post, il famoso “Sono veramente arrabbiato” postato da Salvini e apprezzato da Di Maio, quando il governo del cambiamento era sul punto di naufragare. Continua a leggere