Bormida, non è soltanto un fiume che va al contrario

di Osvaldo Ambrosini.

Per noi savonesi, o ‘cicciolli’ come ci chiamano in Val Bormida, uno dei più frequenti sbeffeggi nei loro confronti sta proprio nel ricordargli che l’omonimo fiume, che dà il nome a tutta la vallata scorra al contrario, cioè verso nord, in direzione del Piemonte verso la Pianura Padana, per confluire prima nel Tanaro e finire nel Po, per poi dirigersi verso l’Adriatico. Continua a leggere

Mense, ma la giunta sa di cosa si parla?

di Billy The Kid.

L’altro giorno, aprendo un giornale online di Savona – quello che, per sua definizione, è il maggiormente diffuso in provincia – un abitante della città della Torretta sarebbe rimasto perplesso: “Ristorazione scolastica a Savona, Comune al lavoro per migliorare il servizio”. Conoscendo l’allergia finora dimostrata finora al sociale da parte – aumenti delle rette delle mense ad esclusivo uso e consumo delle casse comunali, chiusura di un asilo nido ed esternalizzazione di uno tra quelli superstiti, tagli alle associazioni che si occupano di disabili – ci sarebbe stato di che stupirsi. E invece. Continua a leggere

Le grandi scoperte del centrodestra savonese

di Osvaldo Ambrosini.

A quanto pare esiste un’emergenza criminalità anche a Savona, ma la vera notizia è che oggi chi amministra ha capito che per risolvere il problema non sono sufficienti il paio di slogan ben urlati in campagna elettorale.. Continua a leggere

“Obbedivo solo a degli ordini”. Cara Bellingeri, ti scrivo

di Osvaldo Ambrosini.

Ci sono persone o avvenimenti che restano per sempre nella memoria collettiva di una nazione o di una città, o semplicemente di un luogo. Per avere il privilegio di essere ricordati nel tempo è necessario compiere gesta tali da sopravvivere non soltanto al semplice ricordo dei propri contemporanei ed a quello delle generazioni immediatamente successive che hanno potuto contare sui racconti degli anziani. Continua a leggere

Gogna medioevale solo per questa settimana gratis!

di Osvaldo Ambrosini.

Che il carnevale non fosse iniziato bene per una nota catena di supermercati tedeschi, lo si era capito giorni fa quando erano state ritirate dai banchi alcune maschere per bambini prodotte da una azienda, anche questa tedesca. L’alto rischio di infiammabilità ne aveva sconsigliato la vendita. Soltanto l’altro ieri invece l’episodio accaduto nel punto vendita di Follonica (Grosseto) ha riportato la catena sulle prime pagine di tutti i giornali. Rievocare, sebbene non per volontà dall’azienda, i tempi delle gogne medioevali non è certo stata un’operazione simpatia, per restare in tema col carnevale, e neppure una grande trovata pubblicitaria di cui fregiarsi, come invece avvenuto. Continua a leggere

Polizia francese – polizia italiana, possibili analogie?

di Osvaldo Ambrosini.

La polizia francese sta attraversando un momento molto difficile, le recenti polemiche sfociate in una feroce guerriglia urbana nell’hinterland parigino, in seguito all’esecrabile episodio di violenza commesso da quattro poliziotti nei confronti di un ragazzo francese di colore, hanno messo a nudo tutte le debolezze del sistema francese. Continua a leggere

Ortovero: una cartolina natalizia

di Osvaldo Ambrosini.

Risale a solo qualche giorno fa l’indignazione dei media e dell’opinione pubblica riguardo all’episodio razzista avvenuto nelle case popolari romane, dove una famiglia di origine marocchina, a cui era stato assegnato regolarmente un alloggio, non ha potuto fisicamente prenderne possesso al grido: “prima gli italiani!” Continua a leggere