Sindaco Frascherelli, aiutiamolo a casa sua

di Osvaldo Ambrosini.

È cronaca di questi giorni il rinvio alla commissione consigliare del dibattito sulla decisione di revocare la cittadinanza onoraria a Mussolini, presentata in consiglio comunale di Finale Ligure, una cittadinanza che resiste dal lontano 1927. Continua a leggere

Annunci

Quando Vaccarezza vede rosso…blu

di Osvaldo Ambrosini.

Del nostro consigliere regionale Vaccarezza consociamo abbastanza, dalle simpatie verso i nostalgici del Ventennio alla fede Blucerchiata, dalle antipatie verso la sinistra – in particolare i comunisti e quelli che inopinatamente considera gli eredi (morali?) di quel partito, ovvero il Pd (eccetto quando si tratta di accordarsi con esponenti locali come a Vado Ligure) – al Genoa. Continua a leggere

Il libro game della politica italiana, un anno dopo

di Matteo Lai.

Dopo le elezioni dello scorso 4 marzo, gran parte dei partiti italiani si sono trovati ad un bivio. Come in un ‘libro game’ anni ‘90, uno scenario ne apriva altri, diversissimi e quasi opposti tra loro. E se oggi Salvini domina la scena politica, forse lo dobbiamo anche a alcune scellerate decisioni di allora. Continua a leggere

Pd savonese, imparare dai propri errori: no

di Osvaldo Ambrosini.

Mentre la Lega, sulle ali di un consenso smisurato a livello nazionale, localmente impone veti (vedasi il divieto alle elezioni provinciali di fare liste unitarie col Pd) – con la chiara indicazione di non mischiarsi con il partito percepito dalla maggioranza dell’opinione pubblica come l’unico responsabile del malgoverno -, il Partito Democratico persevera negli errori, per non dire orrori. Continua a leggere

Torna Renzi, levategli il vino

di Matteo Lai.

Matteo Renzi, colui che ha causato la peggior debacle e la maggior marginalizzazione della sinistra e delle forze progressiste dalla rivolta dei ciompi ad oggi, ha – ahinoi – ritrovato la parola. Durante un incontro ha sostenuto che il ‘suo’ Pd era meglio del Pci, perché il Pci “non vinceva mai” mentre lui avrebbe condotto un partito di (centro)sinistra al 40% dei voti. Continua a leggere

Pci, I wish you were here

di Matteo Lai.

Trent’anni fa – anzi, ventotto, per la precisione – il Partito Comunista Italiano, nato come Partito Comunista d’Italia nel 1921 a Livorno e “rifondato” nel 1944 a Salerno come Pci, cessava di esistere, per come lo si era fino ad allora conosciuto. Continua a leggere

Elezioni provinciali: i franchi tiratori

di Osvaldo Ambrosini.

Più prevedibile di un cross di Candreva, anche l’esito delle elezioni per rinnovare il consiglio provinciale savonese è andato in archivio. Il ‘niet’ della Lega (giunto in zona Cesarini) ad una lista istituzionale come avvenuto due anni prima e quindi la presentazione di due liste separate, una di centro destra e l’altra di centro sinistra, più una civica presentata con l’obiettivo dichiarato di portar via un seggio al centro sinistra, ha portato all’unico risultato possibile: 7 a 3. Continua a leggere